Notizie

Roma e Frosinone senza freni. Lazio e Latina, periodo nero

Si è chiusa l'ottava giornata di campionato: De Rossi vince di misura, Coppitelli si conferma terzo ma Inzaghi e Ghirotto cadono ancora una volta



Nulla di nuovo. Purtroppo o per fortuna, a seconda dei punti di vista. Sì, perché se Roma e Frosinone continuano ad esultare, c’è poco da ridere per quanto riguardo Lazio e Latina. Andiamo però per gradi, analizzando la giornata appena trascorsa.

La Roma se la ride ©Laura Del GobboRidono Roma e Frosinone A Trigoria la squadra di De Rossi non ha sicuramente brillato ma ha dimostrato di riuscire a portare a casa la posta in palio con il minimo sforzo. Due le note positive su tutte: la prima riguarda il secondo gol in campionato di Marco Tumminello, che si è quindi definitivamente sbloccato dopo la sterilità sotto porta in avvio di stagione. Un fattore che acquista ancor più importanza vista la situazione di Sadiq, ormai fisso in prima squadra e che non sempre riuscirà ad impegnarsi con la Primavera. L’altra chiave di lettura interessante riguarda Lorenzo Di Livio, trequartista nel rombo e catalizzatore delle azioni offensive dei giallorossi. Dopo le prime balbettanti uscite, il funambolo capitolino ieri si è preso sulle spalle la Roma, partecipando a tutte le azioni pericolose del team di Alberto De Rossi. Qualcuno si è preso un turno di riposo, mentre che non sembra aver nessuna intenzione di fermarsi è Nura: anche ieri cento chilometri percorsi, anche ieri in gol. Capitolo Frosinone: i ciociari ormai ci hanno preso gusto. Anche ieri ha ritrovato la vittoria, anche ieri Michele Volpe ha timbrato il cartellino. Una doppietta importante per il centravanti che grazie ai due gol segnati sabato contro il Pescara ha raggiunto in cima alla classifica marcatori il giallorosso Umar Sadiq. Questo basta per riassumere lo straordinario momento dell’attaccante. Per il resto, Coppitelli ha confermato contro gli abruzzesi quasi in totem lo stesso undici che ha battuto la Lazio, fatta eccezione per Kucich, schierato tra i pali al posto di Faiella. L’ex Udinese ha risposto però presente, salvando i suoi in un paio di occasioni.

Lazio ancora ko ©Gazzetta RegionalePiangono Lazio e Latina Prosegue il periodo no dei biancocelesti che cade nella difficile trasferta di Empoli. Non è riuscita l’impresa alla squadra di Simone Inzaghi che si è arresa ad uno scatenato Tchanturia, vero e proprio trascinatore della squadra toscana. La prestazione degli aquilotti non è stata però tutta da buttare: si sono viste più manovre offensive e a mancare è stato solo il cinimo che invece il team di Mutarelli è riuscito a mettere in mostra. Il risultato alla fine parla chiaro, e purtroppo, anche la classifica: 8 punti e sestultimo posto. Un punto sotto la Lazio, c’è il Latina, che incappa forse nella sconfitta più pesante della stagione. Perdere in casa 1-4 contro il seppur temibile Ascoli, a conti fatti è facilmente accettabile per i nerazzurri, rose alla mano. I pontini hanno dimostrato voglia di fare, ma alla fine hanno prevalso molte distrazioni difensive e il troppo nervosismo. Tempo e qualità per rialzarsi ci sono.