Notizie
Categorie: Altri sport

Roma finalmente in campo: dopo il rinvio della prima, ecco la trasferta di Cagliari

La squadra sta bene, ma a preoccupare il club è la questione sponsor, come sottolinea il numero 1 Corso



E’ una bella Roma quella che si appresta ad esordire sul campo del Cus Cagliari dopo aver concluso questa sera la serie di allenamenti che dalla fine di agosto hanno portato i ragazzi di Luciano Pepe ad una buona condizione psico fisica in attesa del verdetto più probante : quello del campo in una partita che vale tre punti.  Una squadra molto simile a quella dello scorso anno, ma con tanti ragazzi con un anno di esperienza in più e l’innesto di due validi giocatori inglesi che nelle prime uscite amichevoli hanno dimostrato di poter dare un bel contributo alla squadra. Mancherà il  giocatore più rappresentativo dei giallorossi dell’ultimo decennio, il capitano Federico Ardito,  che ha deciso a 33 anni di entrare nel mondo del lavoro in maniera importante e lasciare, quindi, l’hockey giocato. 


Giallorossi in azzurroIl presidente “Una assenza  importante -  dice il presidente Corso  - ma che i ragazzi con il loro impegno stanno cercando di non far pesare. Federico è stato per anni il simbolo di questa squadra ed è uscito da fuoriclasse  con le cinque reti segnate al Suelli nella finale del terzo posto nello scorso maggio. Onore a lui, ma il bello dello sport è questo: si apre un’altra stagione e un’altra storia e la Roma c’è.”  L’avversario non sarà facile, in quanto i sardi del Cus Cagliari sono storicamente una squadra grintosa e piena di ottime individualità. Lo scorso anno i cussini sono arrivati quinti nella regular season a soli due punti dalla Roma. La De Sisti Roma viene da più di 40 giorni di preparazione con il confermato coach Luciano Pepe ed i nuovi Mirko Chionna (come ass.coach ) ed il preparatore atletico Fabrizio Pallocchia. Confermato anche come preparatore portieri Massimiliano Ragni ed il manager Franco Cherchi. Nelle amichevoli disputate i giallorossi hanno dimostrato di aver raggiunto già un buono stato di forma e di aver colmato in parte le  lacune offensive dello scorso anno,  come conferma il presidente: “Ho visto giocare poco la squadra per gli impegni federali e societari che mi hanno tenuto un po’ fuori , ma dal poco che ho potuto osservare e dalle relazioni dello staff mi sembra che il dato più importante sia la voglia dei ragazzi di fare un campionato importante e la maturazione di molti dei nostri atleti. La nostra è una squadra ancora giovane ed i margini di miglioramento interni ci sono ancora. Tra l’altro l’inserimento di Pryce e Linney è stato più veloce del previsto ed al momento siamo molto soddisfatti dello stato di forma raggiunto dalla squadra ad oggi” Tasto dolente, qualche giocatore ancora in infermeria e la situazione societaria ancora precaria e senza main sponsor. Ancora Enzo Corso  “L’infermeria presto si svuoterà anche con l’aiuto del Centro Michelangelo e di Cristina Clementi. La situazione sponsor è certamente più preoccupante e prova evidente della schizzofrenia che esiste nel nostro paese. Proprio ieri assistevo al salone d’Onore Coni ad un convegno con i Ministri Lorenzin e Del Rio ed il presidente Giovanni Malagò dove si tessevano le lodi e l’importanza degli investimenti nello sport e nello stesso momento una azienda a capitale pubblico come l’Acea decide di tagliare gli investimenti in campo sportivo! Ieri ho deciso di rivolgermi anche al sindaco di Roma, Ignazio Marino, sperando che con la sua sensibilità possa intervenire ed aiutarci a superare una situazione difficile che coinvolge l’Hockey Club Roma e la nostra femminile, la Libertas San Saba, due società dilettantistiche che fanno sport da più di 50 anni e che hanno vinto in due 16 scudetti prato e 13 di indoor (l’ultimo con la Roma a febbraio 2014 con Coppa dei Campioni da difendere a Rotterdam a febbraio 2015) , oltre una quantità di titoli giovanili " Si giocherà sabato 11 e anche questa seconda giornata prevede un turno “monco” per il rinvio di Tevere - Bonomi al 2 novembre  per consentire ai lombardi di giocare una “doppia” a Roma, e di Bra – Fincantieri con i Campioni d’Italia del Bra impegnati da venerdì in EuroHockey League  a Barcellona con il difficile compito di passare il turno.