Notizie

Roma - Lazio, ci siamo: tutto pronto per il derby di domani

Ore 13.00 a Trigoria: fischio d'inizio della stracittadina. Ecco come le due squadre arrivano al match: gli ultimi aggiornamenti e le probabili formazioni



Tutto pronto per il derby di Trigoria di domani: la Roma attende la Lazio ©DelGobbo/LoriÈ arrivato il momento di accantonare il passato. È arrivato il momento di pensare a Roma – Lazio. Domani, ore 13.00, Trigoria. Le solite emozioni, la solita attesa per una sfida unica che come ogni anno però porta con se una grossa ventata di novità. E quest'anno più del solito.

Alberto De Rossi ©Laura Del GobboSarà ancora De Rossi contro Inzaghi Il tecnico biancoceleste, come già ricordato, rappresenta il più grande tabù per l'allenatore di Ostia. Solo una vittoria per il veterano giallorosso che solo una volta è riuscito a sconfiggere il suo avversario, nella finale d'andata di Coppa Italia dello scorso anno che però ha mantenuto la sua importanza solo sugli almanacchi, visto il ribaltone nel ritorno che vide sorridere gli aquilotti. Di novità però, come dicevamo, ce ne sono ed anche molto. La Lazio non è più quella corazzata che negli ultimi anni ha messo paura a tutti. I biancocelesti hanno accusato il ricambio generazionale e Simone Inzaghi e il suo staff si sono rimboccati le maniche più di quanto fatto gli anni prima. Del storico blocco titolare sono rimasti i soli Germoni, Mattia, Murgia e Palombi e l'addio, per limiti d'età, di Oikonomidis e Tounkara si stanno dimostrando tutt'ora più pesanti del previsto. Se c'è una cosa che però Simone Inzaghi non ha mai abbandonato è la carica emotiva e quella capacità di fare gruppo che può permettere alla Lazio di mettere in difficoltà chiunque. Per carità, non stiamo parlando di una squadra da metà classifica: i biancocelesti lotteranno sicuramente fino alla fine per un posto alle finali, ma è anche vero che, rose alla mano, la Roma arriva favorita a questo derby. Ci hanno pensato però proprio i giallorossi ad accendere questa stracittadina che, nonostante il gran pareggio contro il Barcellona in Youth League, si sono arresi ad uno storico doppio ko consecutivo: prima in casa con il Pescara, poi in trasferta contro il Crotone. Il derby arriva quindi quasi mandato dal destino: quale migliore occasione per rialzarsi? 

Simone Inzaghi ©Laura Del GobboRoma e Lazio a confronto I due tecnici hanno dimostrato in questa stagione di sapersi rinnovare, entrambi per la stessa necessità: poche soluzioni sugli esterni, tanti giocatori al centro. Detto fatto: ecco il 4-3-1-2. De Rossi non lo ha quasi mai abbandonato, mentre Inzaghi solo in qualche occasione è tornato al caro vecchio 4-3-3. In porta per De Rossi la scelta sarà obbligata vista la squalifica di Pop che lascerà quindi spazio a Crisanto, molto spesso impiegato da titolare nonostante il primo anno in Primavera. Linea difensiva formata da Paolelli che ritorna dopo la lunga assenza (vista l'assenza di Nura), Marchizza, De Santis e Anocic. Centrocampo con capitan Vasco vertice basso che supporterà la fantasia di Machin e la fisicità di Ndoj. L'asso nella manica è Bordin, capace grazie alla sua tecnica e alla sua visione di gioco, di cambiare il match in corsa in favore dei giallorossi. Di Livio è con la prima squadra e il suo posto lo prenderà D’Urso. Anche Sadiq è stato ancora convocato da Garcia. Davanti giocherà Mendez accanto a Soleri con Tumminello che probabilemnte andrà in panchina. La Lazio risponderà con una linea difensiva obbligata formata Dovidio, Mattia , Quaglia e Germoni. A centrocampo si ferma Borecki causa pubalgia: a parte l'inamovibile Murgia, giocheranno Rokavec davanti alla difesa e Folorunsho intermedio pronto con la sua fisicità a disturbare la manovra di gioco giallorossa. Davanti però arrivano le vere dolenti note per i biancocelesti: dopo la sciocca espulsione contro la Ternana, la Lazio dovrà fare a meno di Alessandro Rossi al centro dell'attacco, la sua punta di diamante. Spazio quindi ad Aimone Calì che, scherzo del destino, si ritroverà titolare contro la Roma con la quale aveva giocato fino allo scorso anno. A rischio anche Palombi dopo una distorsione durante l’allenamento: in casa di assenza, Inzaghi cambierà modulo con Verlaj vertice alto del rombo di centrocampo e Collarino inserito davanti al fianco di Calì. In caso di tridente invece ci sarà Manoni sulla corsia destra: un vero jolly e portatore sano di grinta, sacrificio e corsa. Tre fattori che serviranno però anche a tutta la Lazio, nella speranza di compiere l'impresa, fare l'ennesimo scherzetto ai cugini e non far svegliare Alberto De Rossi da quell'incubo chiamato Simone Inzaghi.

Le probabili formazioni
ROMA (4-3-1-2) Crisanto; Paolelli, Marchizza, De Santis, Anocic; Ndoj, Vasco, Machin; D’Urso; Soleri, Mendez Allenatore De Rossi
LAZIO (4-3-1-2) Matosevic; Dovidio, Mattia, Quaglia, Germoni; Folorunsho, Rokavec, Murgia; Verkaj; Calì, Collarino Allenatore Inzaghi