Notizie

Roma - Lazio, il derby che vale una stagione

Domani pomeriggio (ore 18.00) a Savona le squadre di De Rossi e Inzaghi si ritrovano faccia a faccia per la quinta volta in questa stagione. In palio l'accesso alla finale scudetto



Roma e Lazio di fronte per la quinta volta in questa stagione foto©LauraDelGobboSarebbe dovuta finire così, con una finalissima tutta capitolina. Affascinante e travolgente. Tuttavia il derby in semifinale scudetto può allietare anche i palati più esigenti, perché di fronte si ritroveranno due tra le migliori quattro formazioni del campionato Primavera. Una stracittadina fuori dalla Capitale, ma che vedrà affrontarsi i colori delle due sponde del Tevere. Roma e Lazio è un derby che vale una stagione e forse anche qualcosa in più. Da considerare infatti, oltre alla storica rivalità tra i due club, c’è l’incredibile percorso affrontato dalle due squadre in questa stagione, durante la quale già quattro volte già si sono ritrovate faccia a faccia.


Ride la Lazio Finora il computo delle stracittadine giocate non può che sorridere ai biancocelesti. A incoronare la formazione di Inzaghi è una Primavera Tim Cup conquistata all’Olimpico nel doppio confronto con i cugini giallorossi. Una ferita profonda per la Roma e probabilmente ancora da rimarginare, perché i confronti collezionati finora hanno innegabilmente evidenziato un’inclinazione al complesso di inferiorità da parte dei romanisti, incapaci troppo spesso di reagire alle difficoltà incontrate in partita e segnati dal pessimo esito della Coppa Italia. Solo nel primo derby di campionato la Roma è riuscita a trovare la forza di reagire dopo aver subìto la rimonta biancoceleste, trovando il pareggio in extremis grazie a Soleri. Peggio sono andati la stracittadina di ritorno (3-0 per la Lazio a Trigoria) e il doppio confronto dell’Olimpico, quando l ragazzi di De Rossi non sono riusciti a difendere il vantaggio maturato nel primo round. Il grande artefice dei successi della squadra di Inzaghi è stato Chris Oikonomidis, autore di due doppiette nei derby vinti dalla Lazio. L’attaccante, che la settimana scorsa ha firmato un quinquennale, domani non sarà in campo, poiché convocato dalla Nazionale maggiore dell’Australia per la partita di qualificazione al Mondiale 2018 contro il Kirghizistan. Inzaghi però ha un motivo per sorridere confronto alla sfida di martedì scorso, a disposizione infatti ci sarà Mamadou Tounkara, l’attaccante ex Barcellona ha dovuto saltare le ultime due sfide (Inter e Palermo) per aver applaudito ironicamente all’arbitro nel primo turno play off contro la Sampdoria.


Ride la Roma La vendetta va servita sempre fredda e una semifinale scudetto può rappresentare l’occasione migliore per prendersi la propria rivincita. De Rossi ha un compito arduo, ma comunque realizzabile: trasformare le delusioni degli scontri precedenti in carica agonistica, avere dunque una maggiore spinta proprio grazie alle sconfitte raccolte nei mesi scorsi e dal quarto di finale perso nella passata stagione, quando proprio la Lazio eliminò i cugini dalla corsa al tricolore. Non sarà facile, ma il tecnico romanista ha il dovere di preparare al meglio il derby sotto il punto di vista mentale, anche perché probabilmente a livello fisico è la Roma la squadra più in forma, sebbene nella partita di martedì non abbia brillato. La Lazio ha disputato due turni play off in più, ma soprattutto ha sulle gambe la faticosa sfida di due gironi fa, terminata tra l’altro ai tempi supplementari. Tanti minuti da smaltire in tre giorni: Inzaghi dovrà fare i conti con la stanchezza, il caldo e una squadra che negli ultimi tempi non si è mai fermata. D’altro canto però bisogna sottolineare come i biancocelesti abbiano la capacità di sorprendere, di reagire, di tirare fuori l’orgoglio nei momenti di difficoltà. E il quarto di finale con l’Inter è l’emblema del carattere della Lazio: subire, reagire, colpire e affondare. Ora non rimane che attendere domani pomeriggio, quando alle 18.00 presso lo stadio Bacigalupo di Savona, le due compagini capitoline si ritroveranno faccia a faccia per l’ultima volta in questa stagione: vivere o morire, il tricolore poi sarà dietro l’angolo.


IL PROGRAMMA 


SEMIFINALI

Roma - Lazio (venerdì 12 giugno, ore 18.00 - Bacigalupo di Savona)

Torino - Fiorentina (sabato 13 giugno, ore 21.00 - Comunale di Chiavari)


FINALE

Martedì 16 giugno, ore 18.00 - Comunale di Chiavari