Notizie

Roma nella tana del Latina: il Frosinone sogna l'allungo

Tutto pronto per l'undicesima giornata: giallorossi sul difficile campo dei pontini di Marco Ghirotto, Coppitelli in casa con il Bari e Lazio pronta a rialzare la testa contro il Napoli



Sarà una giornata ricca di cose da raccontare la penultima del girone d'andata. Il derby tra Latina e Roma, un altra possibile vittoria del Frosinone dei miracoli in testa alla classifica e il match della Lazio che cercherà ancora fiducia in casa contro il Napoli. Manca poco al fischio d'inizio.

Il Latina di Ghirotto ©calcionazionale.itAltro derby: c'è Latina-Roma
 Nonostante la qualificazione raggiunta in Youth League e la vittoria di misura nel derby, dal punto di vista del gioco non è sicuramente il miglior momento della stagione per il team di Trigoria. La vetta però è sempre lì, a pochi punti e i giallorossi dovranno dimostrare la loro forza senza lasciare niente al caso per non perdere il passo di Frosinone ed Empoli. Sulla carta, Alberto De Rossi è favorito su Marco Ghirotto. Nonostante i giocatori di grande esperienza (i nerazzurri sono la squadra più “anziana” dell'intero campionato Primavera), il Latina ha dimostrato nel corso della stagione di accendersi troppe volte a luci a alterne. Numerosi i cartellini rossi che hanno costretto il tecnico Ghirotto a fare i conti con le assenze da settembre ad oggi; però le carte in regola per dare fastidio ai capitolini ci sono tutte, partendo dalla voglia dei due ex: il primo è Shahinas, fino a due anni fa in maglia giallorossa e oggi trascinatore dei pontini; l'altro è Costanzo, campione d'Italia con gli Allievi di Coppitelli lo scorso anno e che in maglia nerazzurra però poche volte ha visto il campo da titolare (complice il gran campionato dell'esterno sinistro Atiagli). Considerate però le squalifiche dei due difensori Draghici e Rescigno, il terzino avrà l'opportunità di riaffrontare la sua vecchia squadra dal primo minuto come interno della retroguardia. A centrocampo ci sarà il solito Criscuolo a guidare i suoi accanto proprio a Shahinas, sulle fasce invece gli inamovibili  Sbordone e il già citato Atiagli. Davanti Wolski accompagnerà uno tra Kasai e Maccioni: il primo più fisico, il secondo più tecnico. Per la Roma invece solo una grande novità che deriva dall'assenza dello squalificato Ndoj: al suo posto con tutta probabilità giocherà D'Urso, vicino ai soliti Vasco, Machin e Di Livio. Davanti, con Sadiq ormai fisso in prima squadra, giocheranno Tumminello e Soleri. Difesa composta da De Santis, Paolelli, Marchizza e Anocic.

Lazio, Cardoselli ©Gazzetta RegionaleFrosinone, gara da tre punti. Lazio,rialzati Sicuramente a Coppitelli non dispiacerebbe un aiuto da parte dei cugini del Latina: un altro stop della Roma renderebbe sempre più concreti i sogni di play off e di gloria del suo Frosinone. Tra il dire e il fare però c'è di mezzo il Bari. I galletti non sono la stessa squadra dello scorso anno e senza dubbio è una delle formazioni che sta dimostrando di far più fatica nel girone C. I ciociari, che hanno effettivamente superato ostacoli ben più grossi dall'inizio della stagione, dovranno dimostrare di non soffrire di cali di tensione e di non sottovalutare l'avversario. Solo questo potrà far sì che un turno apparentemente semplice non si trasformi in un'occasione sprecata. Intanto la Lazio a Formello attende il Napoli: una squadra strana, pazza, che però sta deludendo e non poco le aspettative riuscendo a centrare solo tre vittorie in undici partite giocate. I biancocelesti vorranno rialzare la testa dopo il derby perso (nonostante un buon secondo tempo) ma saranno ancora costretti a fare i conti con l'infermieria: dopo Cardelli, Palombi e Borecki, Inzaghi dovrà arrendersi anche agli ultimi forfait di Collarino e Germoni. Assenze che coincideranno con la convocazione di Seck dalla prima squadra che agirà sulla fascia sinistra di difesa. Unica nota lieta: in avanti ritornerà, come una boccata d'ossigeno, bomber Alessandro Rossi dopo aver scontato la squalifica proprio contro la Roma.