Notizie

Roma riabbraccia il Foro Boario dopo otto anni di lavori

Il restauro è stato finalmente completato e per la terza domenica del mese è prevista la riapertura al pubblico



Il Tempio di Portuno prima del restauroLa stagione dei grandi ritorniper la Roma archeologica non cessa di sfornare appuntamenti all’insegna dellagrande Storia. E’ stato completato il restauro del Foro Boario, con uninvestimento temporale di non poco conto: i lavori infatti, si sono protrattitra il 2006 ed il 2014 ed hanno visto in campo numerosi partners. Anzitutto laSoprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma che ha garantito unpoderoso finanziamento di circa un milione e settecentomila euro, cui si sonoaggiunti duecentocianquantamila euro frutto di donatori privati statunitensi esoprattutto un ulteriore milione di dollari proveniente dalla World MonumentsFund, agenzia internazionale dedita alla salvaguardia dei più importantimonumenti del mondo. Un lavoro sinergico, guidato dall’architetto dellaSoprintendenza Maria Grazia Filetici, che ha permesso non solo la salvaguardiadel Foro Boario ma anche il recupero del Tempio di Portuno e del Tempio diErcole: per il primo, oltre al restauro del pronao, delle pitture e della celladel Tempio, sono state predisposte nuove misure antisismiche, nonché una nuovacopertura. Per il secondo invece c’è stata un delicatissimo intervento diconsolidamento sulle colonne marmoree, da tempo interessate da lesioni, mediantel’uso di una macchina sperimentale, già utilizzata per il restaurodell’Acropoli di Atene, grazie alla quale si è potuto intervenire sui marmidanneggiati, sollevandoli e reintegrandoli. Ulteriori interventi hannointeressato inoltre tutto il paramento lapideo ed i capitelli. In attesadell’apertura al pubblico che, dopo l’inaugurazione dello scorso 9 Luglio, èstata fissata per la prima e per la terza domenica del mese, è statopredisposto un tour virtuale, visibile sui siti del Mibact e del WorldMonuments Fund, alle pagine www.archeoroma.beniculturali.ite www.wmf.org/project/temple-portunus.