Notizie
Categorie: Altri sport

Roma Vis Nova, al Foro Italico arriva l'Acquachiara

Al giro di boa, i capitolini ospitano la terza forza del campionato. Coach Ciocchetti: ”Col girone di ritorno apriamo un nuovo capitolo della nostra stagione”



Il girone di andata della Roma Vis Nova si è chiuso con la sconfitta casalinga contro il Posillipo, sesto ko consecutivo che non ha permesso neanche sabato scorso di muovere la difficile posizione di classifica in cui versa la squadra di Cristiano Ciocchetti: quello di metà stagione è di fatto un bilancio negativo, solo 6 punti ed un undicesimo posto da abbandonare in fretta prima che sia troppo tardi. Per cambiare registro ora i leoni dovranno giocarsi undici finali, già a partire da domani quando al Foro Italico alle 17:00 arriverà la corazzata della Caprisa Yamamay Acquachiara, terza forza del campionato con 24 punti all’ attivo e prima avversaria dei giallorossi al giro di boa della Serie A1. Non sarà certo una passeggiata per la formazione capitolina, sconfitta all’ andata da Perez e compagni col finale di 11-7, che tra le mura amiche dovrà giocarsi il tutto per tutto e dare davvero inizio allo sprint decisivo per la lotta salvezza.

  

Mario BonitoIl girone d'andata I numeri della Vis di questo girone d’andata sono lo specchio di una metà stagione assai deludente, seppure la formazione giallorossa l’abbia disputata dovendo fare completamente a meno di Cristiano Mirarchi (arrivato dagli USA solo a fine Dicembre) e senza Claudio Innocenzi per ben 2 mesi (motivi di studio in Russia hanno tenuto il capitano giallorosso lontano dalla squadra). Due sole vittorie (11-6 con la Florentia e 12-8 sul Bogliasco) e ben 9 sconfitte contro Acquachiara (11-7), Como (8-3), Recco (23-3), Sport Management (13-8), Lazio (11-9), CC Napoli (12-7), Savona (7-5), Brescia (19-7) e Posillipo (10-9). Quello dei leoni è il nono attacco della Serie A1 con 81 reti segnate, il 44,4 % realizzate a uomini pari ed il 53% in superiorità numerica (il restante 2,6% su rigore). In difesa la Vis è invece penultima in graduatoria con ben 128 reti subite (solo la Florentia ha fatto peggio con 144) con il 68,7% dei gol subiti a uomini pari ed il 24,2% in inferiorità (7,1% subito su rigore). Con il 43,4% delle realizzazioni in superiorità numerica (43/99) è quinta nella classifica delle squadre più prolifiche con l’uomo in più, sesta piazza invece in quella delle squadre meno battute con l’uomo in meno in virtù del 34,8% di gol subiti in inferiorità (31/89). La Vis non sa segnare su rigore: solo 2 gol realizzati su 8 rigori complessivi è un dato che deve far pensare, 9 gol su 10 sono invece quelli subiti da Bonito nella massima punizione. Per quanto riguarda i marcatori comanda ancora Cuccovillo (17 reti) ma i numeri del barese sono in flessione: un po’ pochini 4 gol nelle ultime 5 uscite per il mancino, che ha fallito pure 2 rigori. Ivan Banovac è il secondo miglior marcatore della squadra con 12 reti, più di Pappacena (10) e Murro (9). Spinelli e Parisi vantano entrambi 6 reti all’ attivo, seguono Rigo con 5, Mirarchi e Reynolds con 4, Innocenzi 3, Manzo e Vitola 2 ciascuno, chiude Cusmano con una rete. A fare da contraltare a dati e statistiche certamente migliorabili, la Roma Vis Nova si gioca invece lo scudetto degli spettatori al seguito: con circa 2.100 presenze la formazione capitolina è infatti seconda in graduatoria dietro al Como, in vetta con oltre 3.050 spettatori. 


La gara Finisce così un’altra settimana di duro lavoro per i giallorossi, che al Foro Italico hanno affilato le armi in vistaImage title del match di domani contro l’Acquachiara con la ferma intenzione di continuare a crescere dopo i progressi mostrati in occasione del primo e dell’ ultimo tempo contro il Posillipo: “Con il girone di ritorno dobbiamo voltare pagina e aprire un nuovo capitolo del nostro campionato - apre coach Cristiano Ciocchetti -mano a mano che si va avanti il numero di partite diminuisce e i punti valgono doppio. Da domani voglio una squadra più matura e concentrata, volitiva e cinica. Per centrare la salvezza sarà necessario vincere tutti gli scontri diretti e strappare almeno 3 punti a una delle grandi: Sabato scorso col Posillipo per poco non ci siamo riusciti, domani ci proveremo con un’altra ‘grande’ qual’ è l’Acquachiara. Per caratteristiche e qualità non differiscono troppo dai nostri ultimi avversari, sono un’ ottima compagine con elementi importanti come Perez, Petkovic, Paskvalin e Luongo, giocatori ai quali dovremo prestare grande attenzione cercando il più possibile di limitarli, di non farli entrare in partita. Per giocarcela non dovremo commettere gli errori fatti nelle ultime partite: il terzo tempo contro il Posillipo, le distrazioni difensive e i 3 rigori sbagliati contro Savona e Lazio. Non ci dobbiamo far intimorire, se entreremo in acqua concentrati e limiteremo gli errori potremo fare bene, peraltro l’ Acquachiara esce da una partita inaspettatamente sofferta con la Florentia. Sarà una gara aperta ad ogni risultato. Progressi? Sì, è vero. Stiamo migliorando, l’arrivo di Mirarchi ha alzato il potenziale della squadra, anche sull’uomo in più stiamo facendo passi avanti, dobbiamo lavorare molto sulla difesa e ritrovare concretezza davanti”.