Notizie
Categorie: Giovanili - Allievi

Romulea e Savio, botta e risposta: al Roma termina 2-2

Pareggio tra la formazione di Catini e quella di Carmelino. Un risultato giusto per quello che si è visto in campo, ma che non serve a nessuno in chiave play off



12a Giornata - 07 dic 2014
2 - 2

MARCATORI Peluso 16' pt (R), Pirri 36' pt (S), Gatta 16' st (S), Moisa 38' st (R) 

ROMULEA Mangiagli 5, Moisa 7, Angelini 6.5, Baldazzi 5.5 (11' st Novelli 6), Peluso 7, Morpurgo 6, Donat 6, Chiapparone 6.5, Rossi 5.5 (20' st Sperandio 5.5), Olivieri 6, Belli 6 (17' st Galuppi 5.5) PANCHINA De Blasi, Sorrentino, Merolli, Azzawi ALLENATORE Catini 

SAVIO Caprioli 6.5, Cicchetti 6, Marini 5.5, Picano 6 (33' st Dey sv), Tirinnanzi 6 (29' st Savi 6), Manzelli 6.5, Fulchini 5, Nargiso 5.5, Pirri 7 (20' st Petroni 5.5), Rita 5.5 (44' st Falcone sv), Gatta 7 (29' st Landolfi 6) PANCHINA Scaramozzino, Frabotta, Falcone ALLENATORE Carmelino 

ARBITRO Brigante di Roma 1 

NOTE Ammoniti Tirinnanzi Angoli 3-5 Fuorigioco 2-7 Rec. 1' pt, 5' st

Romulea, con il Savio è 2-2 © photosportroma.itUn pareggio giusto, al termine di una partita equilibrata, per lunghi tratti non avvincente, con sprazzi di gioco che hanno portato al 2-2 finale. Romulea e Savio si prendono un punto a testa che poco a serve in classifica, visto che Ladispoli e Tor di Quinto vincono, in attesa dell'Ostia Mare impegnata domattina in casa del Città di Fiumicino. La zona play off si fa sempre più intricata e sia Catini che Carmelino avrebbero preferito un successo che hanno accarezzato entrambi.

Sin dalle prime battute una cosa è ben chiara: le due squadre si rispettano e si studiano a lungo. Pochi gli spazi per imbastire azioni pericolose, nessuna emozione nel primo quarto d'ora. Da segnalare le proteste, tra l'altro contenute, dei biancoblu per un fuorigioco inesistente fischiato a Pirri lanciato a rete e una punizione di Donat che termina la sua corsa tra le braccia di Caprioli, che blocca senza problemi. Poi il lampo che cambia volto al match. Punizione dalla trequarti che Belli scodella direttamente in area dove Peluso, con un tempismo perfetto, batte Caprioli di testa portando in vantaggio gli amarantoro. Il Savio prova a reagire, ma la formazione di Catini non concede niente, controllando un paio di iniziative potenzialmente insidiose di Pirri senza particolari difficoltà. Una leggera supremazia territoriale che non porta a nulla, anzi è la Romulea a sfiorare il raddoppio. Punizione di Belli deviata dalla barriera, sfera che arriva a Donat a centroarea ma il destro dell'esterno sfiora il sette. Con il passare dei minuti i padroni di casa prendono in mano il gioco e al 36' solamente un'uscita più che tempestiva di Caprioli su Rossi ai sedici metri evita il peggio. Proprio nel momento migliore degli avversari il Savio trova il pari. Bravo Olivieri a lavorare un pallone sulla destra, sul cross Mangiagli resta a metà strada e Pirri si fa trovare puntuale all'appuntamento deviando da due passi. La Romulea sbanda e prima dell'intervallo rischia di capitolare di nuovo. Altra incertezza di Mangiagli in presa bassa, Pirri gli ruba palla e scarica per Gatta che non riesce a centrare la porta completamente sguarnita.

L'inizio ripresa ricalca perfettamente l'avvio di gara. Squadre accorte, che concedono pochissimo ed un ritmo di gioco non favorevole allo spettacolo. E come nel primo tempo il match cambia piega all'improvviso. E' la Romulea, al quarto d'ora, ad avere la grande occasione del nuovo vantaggio. Assist di Moisa per Rossi, la punta salta il portiere ma a porta vuota e da due passi calcia clamorosamente sul fondo. Un errore che costa caro perché pochi secondi dopo, sull'altro versante, Gatta è bravissimo a scattare alle spalle della difesa su un lancio dalle retrovie e con freddezza batte Mangiagli completando la rimonta ospite. La gara si ravviva e poco dopo metà frazione la Romulea sfiora il pari. Donat lascia partire dal limite una punizione insidiosa sulla quale Caprioli è reattivo e para con una mano, prima che l'arbitro ravvisi un fallo di Peluso su Marini nei pressi della linea di porta. Il numero cinque di casa è protagonista anche pochi istanti dopo, quando sugli sviluppi di un corner scatta sul filo del fuorigioco e costringe il numero uno biancoblu ad un'altra bella parata in tuffo. Poi il ritmo torna basso, il Savio sembra riuscire a controllare agevolmente, ma al 38' la Romulea trova il pareggio. Moisa ruba palla e serve Chiapparone che apre a memoria per Donat. Il numero sette punta la difesa avversaria e tenta la conclusione da fuori, la deviazione favorisce proprio Moisa, bravo a seguire l'azione, che da due passi anticipa Caprioli firmando il 2-2. Il recupero è vibrante, l'azione si sposta velocemente da un versante all'altro. E' Donat, per la Romulea, ad avere la chance giusta, ma il suo dribbling sul portiere non si materializza grazie alla bravura di Caprioli. Dall'altra parte Mangiagli è attento su una punizione non irresistibile di Rita. Sono le ultime occasioni. Il match finisce 2-2 e per quello visto in campo è il risultato più giusto. Ma anche il più amaro, perché i risultati che arrivano dagli altri campi sono tutt'altro che favorevoli.