Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Romulea, la cura Belardo funziona: 3-1 al Pro Roma

L'avvento del nuovo tecnico da i suoi frutti. Gli amaranto ora si impongono anche sul campo di un coraggioso Pro Roma



PRO ROMA – ROMULEA 1 – 3
MARCATORI 12’pt Menniti (R), 5’st Coggello rig. (PR), 14’st Collari (R), 21’st Petraroli (R)
PRO ROMA D’Angelo 5,5, De Nicola 7 (13’st Di Marzio 6), Corsale 6, Marcucci 6 (25’st Romani sv), Alfieri 6, Del Maisto 6, Zaia 6,5 (12’st Petrucci 6), Coggello 6,5, Bonini 5,5 (1’st Mantelli 6), Zanoletti 5,5 (27’st Linardi sv), Sebastianelli 6,5 PANCHINA Fascetti, Angelini ALLENATORE Carrarini
ROMULEA Briganti 6, Ferretti 6,5 (10’st Galli 6,5), Cecerre 6,5, Pinga 6,5, Vaiello 6,5 (5’st De Chiara), Pacioni 6,5, Menniti 7, Belardo 6,5 (9’st Collari 7), Capri 6,5 (4’st Lacche 6,5), Balanga 7, Inglese 6,5 (16’st Petraroli 7)  PANCHINA Poggi, Cieccacci ALLENATORE Belardo
ARBITRO Tonto di Aprilia 7

Nonostante la gara sia stata per larghi tratti equilibrata, la Romulea vince con il finale di 1 a 3 la sfida in trasferta sul campo del Pro Roma. La formazione di Mr Belardo è stata in grado di finalizzare al meglio le diverse azioni create, mantenendo continuità di gioco anche quando il volto della squadra è cambiato dopo i cambi della ripresa. Per l’undici di casa invece una giornata difficile, complice il nervosismo di Romani, generalmente uno dei migliori della formazione di Mr Carrarini, e nella quale, proprio per questo, è mancato l’ultimo passaggio in fase di costruzione.

Roberto Belardo, con lui la Romulea ha cambiato passoLa cronaca ci porta al racconto della gara iniziando dal 2’ minuto di gioco quando Balanga si inserisce fra le linee della difesa di casa, ma calcia alto sulla traversa. La risposta del Pro Roma arriva a stretto giro di corda ad opera di Sebastianelli, ma la conclusione del numero 11 termina sul fondo. Dopo l’avvio in velocità, la gara sembra assestarsi su ritmi più blandi, ma al 12’ Menniti trova lo spunto per cambiare il parziale: l’azione in velocità sulla fascia sinistra, porta il numero 7 della Romulea alla conclusione in area di rigore per la rete che sblocca il risultato. Sullo 0 a 1 Il Pro Roma prova a rialzare la testa con una punizione dalla trequarti: il pallone arriva in area avversaria, ma Briganti è bravo ad anticipare Sebastianelli pronto a concludere. E’ l’ultima vera azione di cronaca della prima frazione di gioco che vede un sostanziale equilibrio in campo, con la Romulea premiata dalla bella giocata di Menniti.

Il racconto della gara ci accompagna alla ripresa dove dopo pochi minuti il parziale cambia nuovamente: il Sig. Tonto di Aprilia vede infatti un fallo di mano in area di rigore Romulea e fischia il calcio di rigore. Dal dischetto si porta Coggello che non sbaglia e riporta la gara in parità. Sulla nuova situazione di 1 a 1 le squadre cambiano volto e così entrano Collari, De Chiara e Galli per la Romulea mentre sull’altro fronte Petrucci sostituisce Zaia e manda Sebastianelli a giocare sulla fascia opposta prendendone il posto. Come dicevamo in apertura sono i cambi della Romulea a fare la differenza in questa partita: prima Galli salva il possibile vantaggio Pro Roma con un preciso intervento in scivolata, poi Collari, complice la disattenzione della difesa di casa, riporta i suoi in vantaggio con un destro in area per l’1 a 2. Dopo il nuovo vantaggio la formazione ospite si galvanizza e prende in mano il gioco: così dopo pochi minuti arriva l’azione che chiude la gara. Balanga mette il contagiri nel piede destro e serve perfettamente Petraroli che chiude la partita sul definitivo 1 a 3.