Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Giovanili

Rossi, Amici ed Angelucci in coro: "Contenti di essere arrivati all'Olimpus"

La società di Roma nord presenta tre volti nuovi: l'ex Lazio si aggregherà all'Under 21



Da sinistra il dt casilli, Christian Rossi e Alessandro AngelucciNeanche la febbre riesce a fermare il responsabile dell’area agonistica dell’Olimpus Alessandro Angelucci, che prosegue senza soste il suo lavoro di rafforzamento di tutte le categorie del settore giovanile blues. A margine della presentazione di Manuel Del Ferraro, Angelucci ha a sua volta presentato altri tre tasselli, che andranno a implementare le rose del team di Roma nord. Sono infatti arrivati al Palaolgiata l’ex Lazio classe ’95 ChristianMichele Rossi, che si unirà all’Under 21 nazionale di Canarecci, ed i classe ’97,ex Blue Green, Andrea Angelucci e Andrea Amici, che si uniranno alla Juniores

I ragazzi. Gli obiettivi in casa Olimpus sono chiari: allestire formazioni competitive in modo da creare una continuità tra tutte le categorie, anche per dare un futuro solido alla prima squadra, che rappresenta un punto di arrivo per tutti i ragazzi delle giovanili blues. “Sono rimasto entusiasta del progetto Olimpus – ha esordito Christian Michele Rossi – e della struttura, che è davvero splendida. Ho già avuto modo di parlare con mister Canarecci e sono pronto per dare il mio contributo. In una squadra anche il contorno ha la sua importanza e stare in una società che può contare su una serie B, guidata da un tecnico come Ranieri, è davvero stimolante”. Soddisfatti e impazienti di iniziare anche i due ragazzi della Juniores: “L’esperienza avuta nel torneo di Venezia – ha affermato Andrea Amici – è stata importante per avere un primo contatto con squadra e mister. Siamo un bel gruppo e possiamo fare grandi cose. Quest’anno avrò la possibilità di giocare in un palazzetto, che permetterà di valorizzare i ragazzi e la presenza della serie B porta sempre grandi pensieri positivi per il futuro”. Sulla stessa linea anche Andrea Angelucci: “Sono  contento di questo nuovo progetto e della bellissima struttura. A Venezia abbiamo potuto provare già i primi movimenti e per laprossima stagione ho in testa il bene della squadra. Per quanto mi riguarda spero solo di continuare il mio percorso di crescita. Avrò la possibilità, inoltre, di lavorare con un mister che già conosco e punto a fare sempre meglio”.