Notizie

S.Città di Fiumicino, Neri: "Dobbiamo migliorarci e invertire la rotta"

Le parole del tecnico dopo il difficile avvio del suo gruppo: "Dal punto di vista mentale sta pesando il salto di categoria"



Filippo Neri (foto facebook ©Valentino Rinaldi)Si sta rivelando un avvio di stagione in salita per lo Sporting Città di Fiumicino: una vittoria e tre sconfitte, è questo il bottino ottenuto dalla squadra aeroportuale dopo le prime quattro giornate di campionato. Il nuovo tecnico Filippo Neri traccia una panoramica sulle difficoltà del suo gruppo dopo queste uscite stagionali.   


Mister il vostro campionato non è iniziato nel migliore dei modi: quali sono le sue impressioni su questo avvio di stagione? 

“Sicuramente dobbiamo invertire la rotta e quindi ottenere dei risultati positivi sul campo, poi la cosa che dovrebbe essere collegata ai risultati è la crescita in generale della squadra, sia da un punto di vista tecnico-tattico ma soprattutto da un punto di vista mentale”   


Quindi secondo lei c’è ancora qualcosa che non va e dovrebbe essere migliorato? 

“Sì, c’è sicuramente qualcosa da migliorare ed è proprio per questo motivo che ci si allena duramente nel corso della settimana. La stagione è ancora all’inizio e abbiamo ampi margini di miglioramento davanti a noi”   


Può essere che in questo avvio di stagione stia influendo sul gruppo il salto di categoria, visto che la squadra viene da un campionato regionale? 

“Sicuramente dal punto di vista mentale, perché c’è molta differenza come atteggiamento in campo tra la categoria Regionali e la categoria Elite. I ragazzi devono ancora assorbire questo salto, ma come dicevo più da un punto di vista mentale che del gioco”   


In queste prime partite disputate è sembrato come se la sua squadra si sia trovata più a suo agio in trasferta che in casa, dato che sul vostro campo sono arrivate due sconfitte. È un po’ inusuale come cosa, lei come se la spiega?

“La seconda sconfitta è stata più casuale, perché dal mio punto di vista abbiamo espresso un buonissimo calcio. Quindi, secondo me, è stata più una questione di episodi, che invece ci hanno premiato nella partita contro la Viterbese Castrense, in cui abbiamo messo in mostra una grande prestazione e trovato due super gol nei minuti finali che ci hanno permesso di portare a casa tre punti”   


S.Città di Fiumicino (classe 2000)Qual è il parere che si è fatto sul girone? 

“Purtroppo, venendo da un’altra realtà, non conosco benissimo le squadre del Lazio, però posso dire che le squadre contro cui abbiamo giocato finora sono ben disposte in campo e hanno buone individualità”   


Tra le squadre che avete già affrontato ci sono Ladispoli e Fiano Romano, due compagini che stanno sorprendendo in quest’avvio di stagione. Che idea si è fatto di questi due gruppi? 

“Come detto, hanno sicuramente un buonissimo organico e sono due squadre messe bene in campo, con ottimi giocatori. Stanno dimostrando di meritarsi la posizione in cui si trovano in questo momento”   


Una doppia domanda guardando al futuro: quale sarà l’obiettivo dello Sporting e se la società le ha affidato la squadra per il biennio Allievi e quindi anche per la prossima stagione? 

“Per quanto riguarda il biennio, con la società non abbiamo neanche approfondito il discorso perché sicuramente dipende dai risultati e da come la squadra è cresciuta nel corso della stagione. È ovvio che meglio ci piazzeremo in classifica, meglio sarà per noi e per la società, però il mio obiettivo non è quello di arrivare in alto, ma far crescere i ragazzi come giocatori da un punto di vista tecnico e di mentalità per puntare sempre a fare meglio”