Notizie

S.Maria Goretti chiude il pellegrinaggio in America: oggi il rientro a Nettuno

Venticinque diocesi e grandi città come New York, Boston, Detroit, Chicago, Atlanta ed Houston hanno avuto l'onore di ospitare l'urna argentea contenente le reliquie della santa



© www.santuarionettuno.it

Si sta svolgendo in questi minuti a Nettuno la cerimonia di rientro dell'urna argentea contenente le spoglie mortali di Santa Maria Goretti, che recentemente è stata al centro di un viaggio avventuroso, che ha toccato gli Stati Uniti d'America a partire dallo scorso 21 settembre. Tale occasione, nell'ambito della quale l'arca ha raggiunto 25 diocesi d'oltreoceano, è stata ribattezzata immediatamente il "Pellegrinaggio della Misericordia", data l'imminenza con l'avvio dell'Anno Santo straordinario e la peculiarità delle mete toccate: "Marietta" infatti ha raggiunto metropoli del calibro di New York, Boston, Detroit, Chicago, Atlanta e Houston, fino ad entrare nelle prigioni ed in un "braccio della morte" e dando così vita ad un vero e proprio tour trionfale. Il seguito registrato è stato assolutamente imprevisto ed ha permesso al contempo di rendersi conto della capillare ed inaspettata diffusione del culto nel continente americano. Alla cerimonia di rientro di questi minuti invece, animata dalla Corale di Nettuno presso il Santuario di Nostra Signora delle Grazie, stanno partecipando confraternite, autorità religiose provenienti da tutto territorio non che l'intera Amministrazione Comunale. Maria Goretti, la "Santa Bambina" canonizzata nel 1950 da Pio XII è la santa-emblema dell'agro pontino degli anni precedenti la grande bonifica realizzata in epoca fascista. Vissuta tra il 1890 ed il 1902, trascorse un'infanzia difficile, perdendo il padre e dovendosi occupare con la madre, fin dalla più tenera età, del governo della casa, della famiglia ed alle faccende giornaliere. Sostenuta da una profonda maturità spirituale, alimentata con la preghiera quotidiana, respinse e perdonò il tentativo di stupro di un giovane colono marchigiano, Alessandro Serenelli, che la uccise a colpi di pugnale all'età di dodici anni.