Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

S.S. Lazio, parla il portiere Francesco Molitierno: "Mi sento pronto"

Intervista all'estremo difensore biancoceleste: "Dove potremo arrivare ce lo dirà il futuro"



Francesco Molitierno (Foto © Cantarelli)Mentre la società è impegnatissima nell’allestimento della rosa che andrà ad affrontare il nuovo campionato, c’è chi, già sicuro del suo posto in squadra, nel frattempo si gode un po’ di vacanza e non aspetta altro che iniziare la stagione.

Classe 89, romano, portiere, vivaio Lazio, questo l’identikit di Francesco Molitierno, uno che fin da giovanissimo ha girato già abbastanza, anche se senza mai varcare i confini della sua regione: Torrino, Fiumicino, Rieti e dalla scorsa stagione, di nuovo Lazio. Un ritorno in maglia biancoceleste dopo qualche stagione a crescere in piazze comunque molto importanti e con cui si è tolto diverse soddisfazioni. Ed ora, Molitierno è tra i pochissimi confermati della stagione scorsa in biancoceleste e con la partenza di Patrizi, al momento, l’unico portiere. Quasi una novità per lui che nel corso della sua pur non lunghissima carriera, ha sempre diviso il ruolo con altri ottimi colleghi.

Una condizione che non lo spaventa di certo:  “Mi sento pronto – dice – ma sono arrivato a questa consapevolezza solo dopo molto lavoro. Quando sono tornato a Roma lo scorso anno non ero certo così sicuro ma ho trovato persone che hanno creduto in me e con l’impegno sono arrivato alla condizione di ora. Non mi sento però certamente il “primo portiere” – continua Molitierno –, come sempre partirò alla pari con quelli che saranno i miei colleghi e poi starà al tecnico ed alla società fare le opportune valutazioni”.

Con tanti anni di Lazio alle spalle però ed essendo tra i pochi confermati, Moliterno è praticamente un veterano. E’ una responsabilità che si fa sentire?“Qualche responsabilità in tal senso è inevitabile e giusta – risponde – ma non dev’essere un peso, la società vuole formare una rosa competitiva e sono sicuro che anche i nuovi compagni saranno giocatori in grado di prendersi le loro responsabilità”.Nella Lazio Calcio a 5 Molitierno ci è cresciuto ed è forse quello che conosce meglio l’ambiente. La nuova società punta molto sul suo essere portiere, oltre che di qualità, di gran carattere:“Ho un ottimo rapporto con tutto l’ambiente Lazio e con le persone che negli anni ne hanno fatto parte, sono socievole di natura – dice -, e conosco bene anche Daniele Chilelli e le altre persone nuove della società. Oltre che amico ora sarò anche un suo “dipendente” – dice con un sorriso – ed il mio impegno sarà massimo, come sono sicuro sarà anche il suo e quello di tutta la società, che si trova ad affrontare un campionato impegnativo come la Serie A che non è certo uno scherzo, ma sta dimostrando di volerlo fare al meglio e con una squadra di livello. Ora è il momento di lavorare dando il massimo – conclude Molitierno -, dove potremo arrivare ce lo dirà il futuro”.