Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

San Cesareo - Ostiamare: parlano i capitani

Intervista doppia ai due leader che domani scenderanno in campo per il big match della quindicesima giornata



È un match fra due big, San Cesareo e Ostiamare, quello di sabato prossimo ma non solo. Sarà anche una sfida fra due allenatori di livello, Coscia versus Franci, e fra ventidue giocatori che fra rappresentano un bacino importante per il futuro delle rispettive prime squadre. Fra questi, spiccherà il duello fra i due capitani: Piergiorgio Sabelli e Flaviano Fraschetti, giocatori di razza, qualità e buone prospettive. Quest'oggi noi di Gazzetta Regionale abbiamo messo proprio loro sotto l'obiettivo della nostra intervista doppia. Sono parole non scontate quelle dei due giocatori che incroceranno gli scarpini nel match di San Cesareo, parole che rivelano, oltre a tanto entusiasmo, anche una serenità e una lucidità non facili alla vigilia di una grande partita in qualsiasi campionato. Estroverso e acuto Sabelli, riflessivo e pragmatico Fraschetti, ma entrambi caratterizzati da una maturità da veri leader che facilmente vedremo tramutata in qualità, tecnica e fair play anche sul terreno di gioco tra appena ventiquattr'ore. 

Piergiorgio Sabelli, capitano del San CesareoEcco una partita difficile ma che promette spettacolo ed emozioni.Ti senti pronto per questa sfida? 

Sabelli: "Sono pronto e non solo lo sono io ma anche la squadra. Ci teniamo a dare continuità a quanto fatto fino ad ora. Affronteremo la gara consapevoli delle nostre potenzialità ma non sottovaluteremo l'Ostiamare che, assieme a Viterbese e Rieti, sappiamo che potrebbe renderci la vita difficile fino all'ultimo". 

Fraschetti: "Certamente. Sono pronto per questa partita così come lo sono i miei compagni. Il mister ci ha caricati molto nel corso di questa settimana, durante gli allenamenti e siamo tutti molto in forma anche sotto il profilo del morale. Abbiamo lo spirito giusto per affrontare il difficile match di sabato". 

Al di là del risultato, cosa ti aspetti possa maturare da questa partita, l'ultima del girone di andata? 

Sabelli: "Certo, ovviamente un risultato positivo. Ma se non dovessimo ottenerlo sarà importante far tesoro anche di un esito diverso: non dovremo assolutamente abbatterci perché dobbiamo evitare in ogni modo di partire col piede sbagliato nel girone di ritorno, il quale non si preannuncia affatto facile". 

Fraschetti: "Tutti dal campo ci aspettiamo conferme delle nostre potenzialità e risposte positive. Ho visto anche nei miei compagni tanta determinazione in questi giorni di allenamenti. Quindi saremo in partita e ce la metteremo tutta per espugnare San Cesareo". 

Flaviano Fraschetti, leader biancoviola ©ostiamare.itConosci già alcuni dei tuoi avversari? Chi fra loro, singoli o interi reparti, ritieni sarà la maggiore insidia in questo incontro? 

Sabelli: "Conosco personalmente Fagiolo, che ha fatto la preparazione qui a San Cesareo: davvero un buon giocatore. Ma forse ancor più temibile è Breda, che sta facendo molto bene e se sarà in formazione potrebbe creare seri pericoli". 

Fraschetti: "Ho avuto modo di giocare con Rufini. Sono stato con lui nella Rappresentativa. Lo ricordo come un ottimo difensore che certamente creerà problemi a noi tre dell'attacco. Ma noi siamo una squadra organizzata e in grado di adattarsi a ogni evenienza e so che sapremo rispondere adeguatamente alla loro qualità". 

E qual'è secondo te il loro punto di forza? Quale invece il vostro? 

Sabelli: "Sicuramente il loro 4-3-3: connotato da degli esterni molto bravi che, se sfruttati a dovere, potrebbero metterci in serie difficoltà. Quanto a noi, dovremo puntare sul nostro gioco, corto e palla a terra, il nostro vero punto di forza"
Fraschetti: "Conosciamo la loro qualità davanti ma siamo preparati. Per quanto riguarda noi, abbiamo la nostra arma vincente nel non arrenderci mai, e anche questa volta ce la metteremo tutta per vincere la partita".

Ti senti ispirato per segnare? E se dovessi realizzare un gol a chi lo dedicheresti? 

Sabelli: "Mi sento più che ispirato: pronto. Perché questa gara arriva alla giornata giusta, al culmine di un percorso nel quale io e la mia squadra abbiamo fatto molto bene. Se segnerò dedicherò il gol a mio nonno, che giusto il 13 dicembre ha compiuto 81 anni. Mi ha sempre seguito, fin da piccolo, e vorrei renderlo partecipe e orgoglioso con una bella rete sabato".
Fraschetti: "Sì mi sento nelle condizioni di poter segnare. Del resto anche sabato scorso sono andato a rete. Certo, l'avversario non era irresistibile ma il gol mi ha comunque dato uno slancio che proverò a sfruttare domani. Se segnerò, ovviamente dedicherò il gol alla mia ragazza, Nausica".

Un'ultima domanda. Te la senti di sbilanciarti per un pronostico?
Sabelli: "Sicuramente prevedo un esito a nostro favore. Non saprei dire con quale risultato ma una cosa è certa: sarà una gara equilibrata e quindi immagino dovremo accontentarci di una vittoria di misura".
Fraschetti: "Sono certo di un solo pronostico: la nostra vittoria. Sarà una partita aperta ed equilibrata ma alla fine ci imporremo".