Notizie
Categorie: Giovanili - Allievi

San Lorenzo, un lampo di Basile basta e avanza per stendere la Fortitudo

Un'incornata del centravanti biancorosso regala la vittoria a Migani e i suoi. Troppo timida la reazione degli ospiti



11a Giornata - 30 nov 2014
1 - 0

MARCATORE 5'pt Basile
SAN LORENZO Missori, Brachini (20'st Vitagliano), Cingolani (30'st Di Brizio), Massimi, Graziani, Patrignani, Gespi (39'pt Berardino), Priori (24'st Cusumano), Basile, Garra (11'st Proietti), Casalenuovo PANCHINA Ricci, Portaro ALLENATORE Migani
FORTITUDO CALCIO ROMA Filippo Tordella, Corazza (16'st Mancini), Tocci, Cosseddu, Di Giacomo, Gulino, Basoccu (16'st Silva), Cantone (32'st Scarpetti), Martella (30'st Silemo), Mastriani (10'st Zacconi), Reggiani PANCHINA Natalini, Pozzi ALLENATORE Basoccu
ARBITRO Voci di Roma 2
NOTE Ammoniti Garra, Cosseddu, Filippo Tordella, Berardino Rec. 1'pt - 5'st

Match che non offre particolari spunti quello tra San Lorenzo e Fortitudo Calcio Roma. A decidere la gara basterà un guizzo di Basile dopo appena cinque minuti. Da lì in avanti, infatti, i padroni di casa rischieranno poco o nulla limitandosi a controllare degli avversari che non riescono a cambiare ritmo all'incontro. Pochi i pericoli creati dal tecnico Stefano Basoccu e i suoi nonostante un finale giocato addirittura con uno sfrontato 4-2-4.

I '98 del San Lorenzo © photosportroma.itBasile basta e avanza. A partire meglio sono gli ospiti che dopo una manciata di minuti arrivano al cross dalla sinistra con Mastriani. Il traversone del numero dieci in maglia verde viene raccolto sul secondo palo da Alessio Basoccu che rimette al centro. Brachini, di testa, non allontana nel migliore dei modi favorendo Cantone che libera un destro su cui però Missori si fa trovare pronto. Un paio di minuti più tardi arriva l'azione che deciderà la gara. Il San Lorenzo si distende bene sull'out di sinistra per poi centrare un pallone su cui si avventa Basile. L'incornata del numero nove biancorosso non lascia scampo a Filippo Tordella per il vantaggio dei ragazzi di Migani. Ultima vera occasione del primo tempo la si avrà al tredicesimo quando, su un tiro di Reggiani deviato da Graziani, Mastriani svirgola malamente da buona posizione.

Tanta noia. La seconda frazione di gioco non brillerà certo per intensità. Nonostante lo svantaggio gli ospiti faticano infatti ad accelerare favorendo così la fase difensiva biancorossa. Al quarto d'ora il San Lorenzo sfiora il colpo del ko quando, su un cross dalla destra, Massimi spizza di testa con Filippo Tordella che si esalta e devia sopra la traversa. Da qui in avanti saranno più gli sbadigli che le occasioni con entrambe le formazioni che peccano della dovuta precisione per organizzare delle vere e proprie azioni da gol. Nel finale la Fortitudo rischia anche il tutto per tutto disponendosi con ben quattro attaccanti in campo ma, al triplice fischio, l'acuto di Basile basta e avanza al San Lorenzo per portarsi a casa l'intera posta in palio.