Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Sanges trascina l'Ostiamare in semifinale. Fortitudo ko

I lidensi ottengono il passaggio del turno di misura



OSTIAMARE-FORTITUDO 1-0
MARCATORI Sanges 20’pt
OSTIAMARE Lorenzo, Giache, Salviani, Gaggini (11’st Bruno), Verdirosi, Centi, Stanghetti, Sanges, Palotti, Martucci (4’st Pascarella), Pacchiarotti (18’st Liquori) PANCHINA Rossi, Cavallo, Bassi, Pellegrini ALLENATORE Cabriolu 
FORTITUDO Giannini, Ferretti, Parisi (1’st Cagnoli), Francesconi (25’st Oliverio), Crespi, Ceccarelli, Angelini (32’st Cioca), Ossicini (13’st Busetta), Bianchi (1’st Ferrini), Tomei, Melucci PANCHINA Serafinelli ALLENATORE Mulas
ARBITRO Funari di Roma Uno
NOTE Angoli 9-5 Rec. 0’pt - 4’ st.

© photosportroma.itPrimo quarto di finale disputato al Superga fra Ostiamare che ne esce vittorioso di misura e la Fortitudo. Al 2’ dal vertice destro Gaggini batte una punizione che l'estremo difensore della Fortitudo blocca. I minuti che seguono vede ripartire con lanci lunghi la Fortitudo in cerca del suo attaccante Melucci ma senza però rendersi pericolosi. Ci prova l'attaccante dell’Ostiamare Pallotti ad impensierire la difesa avversaria con un'azione personale ma al momento del tiro la sfera viene deviata in calcio d’angolo. Al 17’ sempre l’Ostiamare in avanti con Pacchiarotti che dribbla in area i difensori e lascia partire un gran tiro che Giannini devia in calcio d’angolo. Il forcing dell’Ostia Mare si concretizza al 20’ con una punizione battuta da Gaggini dove interviene Sanges di piede che mette la palla nel sacco. Reagisce la Fortitudo con Angelini che tenta la conclusione da fuori ma il tiro è debole e Lorenzo blocca facilmente. La più grossa occasione per la Fortitudo per pareggiare i conti capita sui piedi di Melucci che si invola in area e calcia in porta dove però il portiere Lorenzo compie un miracolo respingendo. Poco dopo l'attaccante numero 11 coglierà una nuova occasione da gol ma questa volta è la difesa a spazzare via. Prima della fine del primo tempo si rivede in avanti l’Ostiamare con Palotti che si libera in area e fa scoccare un gran tiro che si infrange nella difesa avversaria. Secondo tempo dove la Fortitudo si rende pericolosa al 3’ con Melucci che da ottima posizione fa partire un diagonale che termina fuori. Al 8’ bella azione dell’Ostiamare con Palotti che lascia partire un ottimo cross per Pacchiarotti che per un niente non arriva sul pallone per insaccare. Al 15’ la Fortitudo avrebbe un'occasione per pareggiare con il nuovo entrato Ferrini che in area calcia in porta ma è bravo l'estremo difensore a respingere. I minuti finali vedono l’arrembaggio della Fortitudo ma in contropiede al 30’ sempre la punta Palotti con un'azione personale si fa vedere in area avversaria ma è lesto il portiere Giannini a togliere il pallone da una situazione che si stava facendo pericolosa. Nei minuti di recupero la Fortitudo avrebbe la palla del pareggio ma il portiere compie un autentico miracolo a respingere di piede. Finisce qui con l’Ostiamare che è la prima semifinalista di questo torneo prestigioso.