Notizie
Categorie: Giovanili - Allievi

Sansa, Uras è il nuovo tecnico: "Pronti per ripartire"

Intervista al neo allenatore della società di Roma Nord: "Il pareggio all'esordio con la Vigor Perconti è un ottimo inizio"



L'esultanza del Sansa sul campo della Totti S.S. ©Laura Del GobboIn merito all'ottimo pareggio di Sansa-Vigor Perconti della scorsa domenica, abbiamo intervistato il neo allenatore dei padroni di casa, Piero Uras, che ci ha spiegato la preparazione della gara, e fornito indicazioni per il futuro e le varie modifiche che apporterà alla squadra.


Mister, lei è subentrato ad inizio settimana sulla panchina del Sansa, dopo l'addio di Ronconi. Che clima ha trovato nello spogliatoio, anche in vista della gara con la seconda in classifica? 

“Il clima era buono, i ragazzi erano molto motivati. Volevano cercare di impressionare il nuovo tecnico. Ma la grande motivazione è stato il pensiero di affrontare la vice capolista e in una settimana abbiamo preparato al meglio la partita, soprattutto sul piano mentale”. 


Com'è stata la sensazione di andare in vantaggio contro una Vigor che amministrava il gioco da quarantacinque minuti? 

“Era normale che la Vigor amministrasse il gioco, se lo aspettavano tutti, ma la squadra ha risposto molto bene alle indicazioni da me fornite. Il nostro obbiettivo era pressarli per non farli girare come volevano, e il risultato è stato portare a casa un pareggio che ha fatto bene ai miei ragazzi”. 


Chi ha visto tra i protagonisti della partita per entrambe le squadre? 

“Per quanto riguarda la Vigor, nel complesso funziona molto bene, ma chi mi ha impressionato sono stati Spatara e Taormina, mentre per i miei, mi sento di fare un discorso molto collettivo, entrambi i reparti hanno svolto molto bene il loro compito e sono veramente soddisfatto”. 


Quali modifiche sta apportando alla squadra, soprattutto per quanto riguarda il futuro? 

“Sto lavorando sulla compattezza della squadra, cercando di abolire le giocate indivuduali, preparando i ragazzi ad una trasferta a Civitavecchia dove cercheremo di fare risultato, anche perché i padroni di casa troveranno davanti a loro la squadra che non si aspettano”.