Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Santucci soddisfatto del momento della sua Lodigiani

Le dichiarazioni del tecnico della società biancorossa, primi in classifica nel secondo Girone dei classe 2001



Il tecnico Luca Santucci ©Paolo LoriNell’ultima giornata di campionato, complice l’impresa del Pro Roma contro la Vigor Perconti, la Lodigiani si è presa la vetta della classifica del Girone A. Un buon momento dunque (cinque vittorie consecutive) per la compagine guidata dal tecnico Luca Santucci, che si esprime così sulla situazione dei suoi: “C’è un clima sereno, il primato ci fa piacere ma non cambia molto rispetto a una settimana fa. Il giusto lavoro quotidiano e la voglia di migliorarci sempre, sia a livello collettivo che individuale, restano i nostri obiettivi principali, non bisogna distrarsi”. Le vittorie nelle ultime due partite di campionato sono arrivate con il minimo scarto e negli ultimi minuti di gioco, ma l’allenatore non vede alcun calo da parte dei suoi ragazzi: “Ogni domenica c’è una sfida complicata. Ci sono tante squadre organizzate e con ottimi valori: Racing Club e Romulea, riguardo le ultime due uscite, hanno ottime individualità e sono ben strutturate, vincere non è mai semplice perché non ci sono squadre materasso e bisogna sempre essere pronti”. Una situazione diversa rispetto al Girone A secondo Santucci: “Nel primo raggruppamento c’è la Viterbese che ha complicato i piani delle altre squadre, nessuno si aspettava una stagione del genere, poi diverse società storiche ed anche l’Accademia Calcio Roma sta lavorando bene. Lì se la giocheranno con gli scontri diretti, da noi è successo che il Tor di Quinto abbia perso con l’Atletico 2000 o che la Perconti sia caduta con il Pro Roma, quindi ogni partita nasconde un’insidia”. Infine, a proposito di scontri diretti, l’ultimo pensiero del tecnico è rivolto alla prossima giornata, quando andrà in scena Tor di Quinto – Vigor Perconti, e la Lodigiani avrà una ghiotta occasione: “Noi dobbiamo pensare alla nostra partita, il risultato di altri diventerà importante se noi vinciamo il nostro impegno, altrimenti no. Abbiamo un’opportunità per allungare, però prima dobbiamo esser bravi contro una squadra organizzata e con un allenatore capace come l’Atletico 2000. In generale sono molto contento del lavoro dei miei ragazzi, perché fare un campionato di vertice con continuità non è semplice”.