Notizie

Sarà derby! Cuore Lazio, Inter sconfitta ai supplementari

Successo in rimonta per i biancocelesti di Inzaghi contro i nerazzurri. Apre Rocca, pareggia Rossi e all'extra time decide Palombi. In semifinale sfida da brividi con la Roma, la quinta in stagione.



Simone Palombi, suo il gol decisivo contro l'Inter ©Gazzetta Regionale LAZIO-INTER 2-1
MARCATORI 15'st Rocca (I), 40'st Rossi (L), 9'sts Palombi (L)
LAZIO Guerrieri 5.5, Pollace 6.5, Mattia 6.5, Prce 5.5, Germoni 5.5, Murgia 6.5, Pace 7, Verkaj 5.5 (35'st Milani 6), Silvagni 5.5 (19'st Condemi 6.5), Fiore 5 (9'st Rossi 7.5), Palombi 6.5  PANCHINA De Angelis, Cotticelli, Dovidio, Quaglia, Rokavec, Manoni, Folorunsho, Capuano, Collarino ALLENATORE Inzaghi.
INTER Radu 6, Gyamfi 6.5, Donkor 6.5, Sciacca 5.5, Dimarco 6 (31'st Miangue 6), Palazzi 6.5, Gnoukouri 6.5 (43'st Ventre 5.5), Steffè 5.5, Delgado 6.5 (34'st Baldini 6.5), Correia 6, Rocca 6.5 PANCHINA Costa, Pissardo, Crosato, Yao Guy, Santos, Appiah, De Micheli, Romney, Zonta. ALLENATORE Vecchi
ARBITRO Piscopo di Imperia 6.5. Assistenti Rossi e Imperiale.
NOTE Angoli 3-9 Ammoniti Baldini, Germoni Rec. 1'pt, 5'st, 1'pts, 2'sts

Sarà ancora derby! Pazzesca vittoria della Lazio contro l'Inter di Stefano Vecchi. I biancocelesti di Simone Inzaghi, dopo un primo tempo irriconoscibile e chiuso in svantaggio, si risvegliano nella ripresa, pareggiano con Rossi nel finale e nel secondo tempo supplementare il gol di Palombi permette ai capitolini di continuare il sogno Scudetto. In semifinale ci sarà proprio la Roma incontrata appena un mese fa in finale di Coppa Italia e sfidata già quattro volte in stagione.

L'incubo. Nella prima fase del match, la Lazio sembra essere rimasta negli spogliatoi. L'Inter prende  in mano la partita e al 5' sfiora subito il vantaggio: calcio d'angolo battuto con il mancino da Delgado, Correia salta da solo a centro area e il suo colpo di testa schiacciato termina clamorosamente sul palo a Guerrieri battuto. I nerazzurri sembrano imprendibili e cinque minuti più tardi vanno ancora vicino al gol: disimpegno kamikaze della difesa laziale, Guerrieri si defila ed appoggia a Prce che pressato allontana in qualche modo il pallone regalandolo però all'accorrente Gnoukouri che di prima intenzione, sulla destra, dalla distanza prova l'eurogol. Guerrieri sfiora con il pensiero, il pallone scende all'ultimo ma sfiora l'incrocio dei pali. La Lazio prova a regire in qualche modo, ma le poche accellerazioni dei biancocelesti non creano problemi all'Inter che al 32' va ancora vicino al vantaggio: contropiede di Delgado che pesca in area Correia, il centravanti anticipa in uscita Guerrieri, la sfera arriva a Rocca che però, a porta sguarnita, non riesce a trovare la deviazione vincente, costretto a colpire praticamente dalla linea di fondo. I meneghini continuano a pressare ma, oltre ad un buon tentativo dalla lunga distanza di Pollace, non succede più niente degno di nota, fino al duplice fischio che per la Lazio arriva con un sospiro di sollievo.

Simone Inzaghi ©Laura Del GobboIl risveglio. Nella ripresa la Lazio prova a riorganizzare le idee, l'Inter continua comunque a fare la partita. Il protagonista della prima fase del secondo tempo è Palazzi che ci prova con tre tentativi dalla distanza, il centrocampista però non trova mai lo specchio della porta. Al 15' però ritorna ad alzare la voce. In mischia Correia si divora il vantaggio ma sul susseguente calcio d'angolo arriva il meritato vantaggio nerazzurro. Tutto troppo facile per l'Inter: Delgado crossa in area, Rocca tutto solo stacca di testa e manda il pallone in rete. Break Lazio al 20': si fa vedere finalmente Palombi che ruba palla alla difesa interista e trova libero in area il neo entrato Rossi che però da ottima posizione incrocia troppo con il destro. I biancocelesti, grazie all'ingresso dell'attaccante e di Condemi, trovano più freschezza e riescono ad alzare il baricentro, provando a riaprire il discorso qualificazione. Ancora Palombi si rende pericoloso in contropiede, sfruttando un gran lancio di Pollace, ma stavolta è straordinario il tempismo di Radu che in uscita salva il risultato. Con il passare dei minuti il match cambia completamente: l'Inter non sale più, la Lazio prova a fare la partita. I biancocelesti seminano e, a cinque minuti dal baratro, raccolgono: Pace da fuori area pesca Rossi in maniera sublime, il centravanti ringrazia e di testa trova l'angolino più lontano. Tutto da rifare per l'Inter, la Lazio riaccende il sogno: è 1-1. Nel finale i biancocelesti provano addirittura a trovare il raddoppio senza però riuscirci.

La festa. Nel primo tempo supplementare è la stanchezza a farla da padrona. La tensione è tanta, i ritmi in campo elevati ma le due squadre non riescono a creare grandi azioni da gol. Da segnalare però l'infortunio del centravanti nerazzurro Correia che è costretto ad abbandonare il campo poco prima del duplice fischio, lasciando così i suoi in dieci uomini. Nel secondo tempo supplementare la Lazio approfitta della superiorità numerica e si riversa in avanti alla ricerca del gol. Al 4' troverebbe anche la rete ma il tap-in di Murgia, dopo un tiro da fuori di Pace è viziato da un netto fuorigioco e l'arbitro annulla. Sono solo le prove generali per quello che sarà il gol qualificazione: è il 9', palla a Rossi che con tecnica e potenza se ne va in area a Sciacca, guadagna il fondo e passa all'indietro per Palombi che tutto solo non può sbagliare: la Lazio è in vantaggio, la semifinale è ad un passo. Un passo lontano sei minuti. Il triplice fischio suona come una marcia trionfale: il cuore della Lazio batte ancora, la strada verso il tricolore è ancora percorribile.