Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Sconfitta casalinga per l'Aprilia, 1-0 Turris

La rete di Imparato siglata nella ripresa vale tre punti per la formazione di Mister Di Maio



4a Giornata
0 - 1

 L'esultanza di Imparato dopo il gol ©ufficio stampa Aprilia

MARCATORI 
11’ s.t. Imparato (T)
APRILIA  Caruso; Di Emma, Sossai (28’ s.t. Tomei), Esposito; Cioè, Maola (41’ s.t. Pirazzi), Crepaldi, Paruzza, Zeccolella (28’ s.t. Pagliaroli); Roversi, Bosi.PANCHINA Bortolameotti, Montella, Trincia, Marchetti, Giangrande, Mastrosanti. ALLENATORE: Fattori.
TURRIS  D’Amico; Gallo, Manzi, Imparato; Salvatore, Pistone (38’ s.t. Cerqua), Manzo, Somma; Johnson, Sene Pape (45’ p.t. Ferraro), Falco (22’ s.t. Pappadia). PANCHINA: De Sio, Cigliano, Frulio, Mazzei, Cirillo, Gisonni ALLENATORE: Di Maio
Arbitro  Gentile di Seregno
Note: Spettatori: 350.
Ammoniti Esposito; Manzi, Galli, Ferraro, Pappadia, Cerqua. 
Angoli 12 – 3. Rec. 2’ p.t.; 4’ s.t.

L'Aprilia non riesce a sfondare il muro della Turris e si ritrova sconfitta al termine di una gara arrembante che forse avrebbe meritato miglior sorte.Partono bene i ragazzi di mister Fattori, che dopo 2’ rischiano di passare in vantaggio con un imperioso stacco di testa di Esposito, che però vede la palla sfiorare il palo ed uscire. L’Aprilia prova a fare gioco, ma l’irruenza e la fisicità degli avversari impediscono che le trame di Crepaldi e compagni si sviluppino al meglio. Forse un po’ tenero il direttore di gara nella prima frazione, visto che nei 45’ iniziali viene ammonito il solo Manzi. Le uniche emozioni del primo tempo si hanno alla mezz’ora quando prima Caruso blocca facilmente un debole colpo di testa di Manzi poi, sul ribaltamento di fronte, Maola prova a superare D’Amico con un pallonetto di testa che però si stampa sulla traversa. È lo stesso centrocampista a ritrovare per primo la sfera, senza però riuscire ad appoggiarla in rete.Nel secondo tempo la punizione di Paruzza dal lato sinistro dell’area campana mette a dura prova i riflessi di D’Amico, che però si fa trovare pronto. Siamo al 9’ e la gara sembra avviata sul binario giusto per le rondinelle. Che però dopo 2’ si fanno sorprendere da uno schema da calcio d’angolo che porta Manzo al cross dalla destra, in molti all’interno dell’area sfiorano la sfera senza colpirla finché questa non arriva sui piedi di Imparato, che deve solo appoggiarla in rete (anche se in sospetta posizione di fuorigioco). L’Aprilia non ci sta, prova a giocare palla a terra sfruttando le sue qualità, ma la Turris usa tutti i mezzi a sua disposizione per impedire a Roversi e Bosi di ricevere palloni pericolosi. Bisogna aspettare di nuovo la mezz’ora per annotare altre occasioni da gol. Prima è un velleitario tentativo di Johnson dal lato corto dell’area pontina (32’), con Caruso attento. Poi è  il “Tir” Roversi a mettersi le mani nei capelli per essere arrivato con una frazione di secondo di ritardo sul cross di Bosi dalla destra (33’). L’ultimo sussulto è ancora di marchio apriliano, con una bella conclusione di Paruzza dalla distanza che però non trova lo specchio della porta.