Notizie

Scuole e centri culturali, il vicesindaco Nieri visita i cantieri

Dal Laurentino a Corviale, passando per Ostia e Acilia, l'assessore ha visitato in periferia i lavori in corso per i futuri istituti e circoli culturali



Image titleIl vicesindaco e assessore alle Periferie, Luigi Nieri, ha visitato quattro cantieri in diverse zone periferiche della città, da Ostia ad Acilia, dal Laurentino a Corviale. I cantieri visitati, nei quali il Dipartimento Periferie di Roma Capitale sta realizzando importanti interventi, sono: la Scuola Orioli a Ostia, ormai ultimata; la Scuola di via Orazio Amato, in via di costruzione, ad Acilia; il Casale della Massima, fra via Francesco Sapori e via Woolf, dove si sta ultimando la realizzazione di un Centro culturale; la Scuola Mazzacurati a Corviale.

La Scuola Orioli, materna per 3 sezioni, che diventerà scuola statale e andrà a far parte del vicino Istituto Comprensivo, si trova all’interno della zona ”O” di recupero urbano Saline di Ostia Antica. La struttura, attesa da anni, è ora praticamente terminata. Al momento si stanno ultimando le pratiche per gli allacci ai pubblici servizi - Gas, Luce ecc. – per nulla osta e collaudi vari e si sta procedendo alla sistemazioni del verde. Il termine dei lavori è previsto per la fine di questo mese, sarà così possibile assicurare l’effettiva apertura della scuola per l’anno scolastico 2015/2016.

Image titleLavori iniziati invece da pochissimo, sono state appena gettate le fondamenta, per la Scuola materna comunale di via Orazio Amato ad Acilia. L’edificio di un piano, in cemento armato, con pannelli solari per la produzione di energia elettrica e impianto di recupero delle acque piovane, ospiterà 6 sezioni e rientra tra le opere finanziate con fondi comunali. Il completamento complessivo dei lavori, il cui costo complessivo è di circa € 2.013.000, è previsto entro maggio/giugno 2016.

Il cantiere di via Mazzacurati, inserito all’interno del Piano di Recupero di Corviale, riguarda la ristrutturazione e l’adeguamento di una scuola realizzata negli anni ’70, che aveva grossi problemi di staticità.Previsti, oltre alla sistemazione delle aule e degli spazi di servizio, la realizzazione di una serie di interventi volti a imprimere al complesso scolastico una nuova identità all’interno del quartiere.In progetto la creazione di un “patio-giardino d’inverno” all’interno della scuola al posto dell’attuale area di gioco; l’introduzione di un nuovo blocco centrale da adibire a teatro con circa 200 posti; la costruzione di un nuovo corpo di fabbrica da adibire a laboratori; la ristrutturazione dei servizi annessi alla palestra; la riqualificazione dell’alloggio del custode al fine di inserire un micronido; la valorizzazione delle facciate con l’introduzione di una nuova area attrezzata sia per il gioco che per la didattica e la completa riorganizzazione delle sezioni e dell’area della mensa; la riqualificazione del giardino di pertinenza con aree per il gioco, lo sport, la didattica all’aperto e la cura degli orti.Il primo stralcio dei lavori, per i quali sono stati stanziati € 2.519.761, è ormai in fase di conclusione, mentre il secondo stralcio è ancora in fase di assegnazione. 

Image titleAltro cantiere visitato è stato quello per il restauro e la sistemazione dei Casali della Massima, al Laurentino38, destinati a divenire Centro socio-culturale per una serie di attività da svolgere nel quartiere.Il complesso dei Casali della Massima è composto da due edifici: il Casale “A” sulla rotatoria e il Casale “B”, oggetto dell'intervento, ubicato all’interno del parco di via Alfonso Gatto, a ridosso di via Virginia Woolf. Il progetto è da considerarsi come primo stralcio di un più ampio intervento, che prevede anche il recupero del Casale “A”, oltre che la realizzazione della passerella pedonale di collegamento tra i due, da attuarsi in una fase successiva. Gli interventi riguardano, fra l’altro, il consolidamento statico e l’adeguamento alle normative antisismiche, la posizionatura di impianti solari (fotovoltaico e solare termico) e lavori esterni all’edificio, come la realizzazione di una serie di viottoli pavimentati, un marciapiede perimetrale al Casale, un impianto di illuminazione pubblica, la risistemazione del fontanile e una potatura di contenimento di alcune alberature. Il costo totale dei lavori, che saranno ultimati il prossimo ottobre, è stato di circa € 1.125.000 (Finanziamento Regionale).