Notizie
Categorie: Altri sport

Serie A Enel: ciclone Gori spinge Viareggio, Milano crolla

La seconda tappa del girone A si chiude con i toscani a vele spiegate. I lombardi cadono contro l'Anxur Trenza, il derby Pisa - Livorno dominato dai nerazzurri



Pisa - Livorno © lnd.itArchiviata la seconda ed ultima giornata che ha visto in campo le squadre del girone A. Il gremitissimo Betclic Beach Stadium “Massimiliano Giannini” allestito sulla spiaggia di Calambrone, ha vissuto un’altra giornata di grande calcio e spettacolo. La Serie A Enel di beach soccer si congeda dal litorale tirrenico con una pioggia di gol cominciata dalla sfida fra Viareggio e Barletta. La formazione pugliese non riesce a bissare il successo ottenuto nella prima giornata sui campioni d’Italia in carica del Milano e deve arrendersi ad una squadra, il Viareggio, trascinata da un Gori eccezionale. Un risultato finale di 12-4 a favore dei toscani che rappresenta un vero e proprio messaggio ai “naviganti” in chiave tricolore. Il numero 10 Gabriele Gori ispira, lotta e realizza un poker che parla di 140 gol in maglia bianconera. A lui il premio “La Nazione” come best beacher di tappa, consegnato dal responsabile marketing del Dipartimento Beach Soccer della Lega Nazionale Dilettanti Ferdinando Arcopinto e dal presidente del Pisa BS Antonio Colicelli. L’emozione trapela dalle parole dello stesso  Gabriele Gori: “E’ veramente bello poter celebrare un traguardo del genere raggiunto grazie ai miei splendidi compagni. La soddisfazione è doppia perché ai gol si aggiunge il gioco corale, la crescita dei giovani come Maiorana ed un importante rilancio in classifica”.

A seguire gioco “facile” per la Sambenedettese che supera il Lamezia Terme con un secco 6 a 0. La squadra di mister Di Lorenzo, con due gol per ognuno dei tre tempi, bissa il successo ottenuto nella prima giornata contro il Livorno e tiene il passo. Ancora una bella vittoria quindi grazie al talento dei “mattatori” rossoblù Jordan, Bruno Novo e Juninho coadiuvati da un gruppo molto compatto che gioca a memoria ed in scioltezza. La gara 3 certifica la battuta d’arresto del Milano in questa tappa a Marina di Pisa e l’ascesa della formazione pontina dell’Anxur Trenza. La formazione di mister Panizza cade ancora e questa volta per mano di una squadra organizzata, concentrata e che ha fatto dell’agonismo e della velocità l’arma in più. Risultato in bilico fino allo scadere e frutto di continui pareggi fissato sul 5-4 finale ad opera di Fontana, che con un diagonale da applausi, lancia la matricola laziale a quota 9 punti in classifica ed in piena corsa per la fase finale in programma a Catania nel primo week end di Agosto.

A chiudere il grande pomeriggio sportivo di Calambrone il derbyssimo fra Pisa e Livorno. La cornice è quella delle grandi occasioni e l’entusiasmo massimo. Bandiere e cori assordanti a salutare le telecamere di Rai Sport ed i beachers in campo. La gara viene sbloccata dal Pisa che non impiega troppo tempo a prendere il largo sulla formazione amaranto. Il risultato finale di 8-1 manda in visibilio i tifosi nerazzurri assiepati anche sulle dune circostanti l’arena e sconforta, com’è naturale che sia, quelli labronici. In evidenza le giocate e le marcature di uno scatenato Giannecchini, tripletta personale, oltre ai vari Bonamici e Cinquini che permettono al Pisa di raggiungere quota 8 mentre lasciano il Livorno in coda a leccarsi le ferite insieme al Lamezia.

Il presidente del Comitato Regionale FIGC-LND Toscana Fabio Bresci saluta e plaude all’evento spendendo parole di apprezzamento e soddisfazione: “Siamo onorati dall’aver ospitato questa tappa di Serie A, che insieme a quella di Viareggio, è motivo di vanto per la Toscana”. Il numero uno del calcio regionale aggiunge: “Pisa è città dalle grandi tradizioni calcistiche e sportive, una terra abituata ai grandi eventi nazionali ed internazionali che aggiunge oggi alla sua bacheca il top di questa splendida disciplina. Il pubblico ha risposto con passione ed entusiasmo e non poteva esserci miglior premio per l’ottimo lavoro svolto dall’organizzazione”.