Notizie
Categorie:

Serie A: la Res Roma vince in Romagna, a segno anche Nainggolan

Riviera battuto 3-1 in trasferta: apre la belga, pari di Tucceri, poi Pittaccio e Pirone firmano il tris



Riviera di Romagna - Res Roma 1-3

MARCATORI Nainggolan 10' pt (RE), Tucceri Cimini 15'pt  (RR), Pittaccio 30' pt (RE), Pirone 38'st (RR)

RIVIERA DI ROMAGNA Vincenzi, Erman, Tucceri Cimini, Eusebio, Cassanelli, Magrini, Mastrovincenzo (55' Baldini), Petralia, Caccamo, Pastore (72' Agoues Marquez), Pugnali PANCHINA Tasselli Petrovic, Ugolini ALLENATORE Buonocore

RES ROMA Pipitone, Colini (46' Cunsolo), Fracassi, Nainggolan, Villani, Morra, Pittaccio (71' Palombi), Simonetti, Nicosia (59' Gambarotta), Ciccotti, Pirone PANCHINA Caporro, Greggi Spagnoli, Ceccarelli ALLENATORE Melillo 

ARBITRO Giaccaglia di Jesi

NOTE Ammonite Morra, Nainggolan, Tucceri Cimini, Agoues Marquez


La presidentessa Stefani (al centro) con Riana Nainggolan (a sinistra) e Valeria Pirone, entrambe andate a segnoUna grande Res Roma sbanca il campo del Riviera di Romagna per 3 a 1 in virtù del primo gol italiano di Riana Nainggolan e alle reti messe a segno da Pittaccio e Pirone.Lunga la lista di assenti in casa Res Roma: all'appello mancano Capitan Nagni, Coluccini, Marzi e Biasotto, e mister Melillo manda in campo dal primo minuto Pipitone tra i pali, Ciccotti, Colini, Morra e Fracassi in difesa, Villani e Simonetti a centrocampo, Pittaccio, Nainggolan e Nicosia alle spalle del bomber Pirone.La gara è vibrante sin dai primi minuti, le giallorosse sbloccano il match: mischia in area romagnola, tiro di Villani e colpo di tacco vincente di Nainggolan che mette a segno la sua prima rete italiana. La reazione del Riviera è immediata e il gol del pareggio giunge al quarto d'ora con Tucceri Cimini che con un tiro dal limite, deviato da una capitolina, batte Pipitone e firma l'uno a uno.La gara prosegue su ritmi altissimi e alla mezz'ora è ancora la Res Roma a colpire: Villani ruba palla ad Eusebio e serve Pittaccio che tutta sola firma il raddoppio. Passano solo due minuti e le giallorosse sfiorano il tris con Simonetti, ben servita da Nicosia. Prima dell'intervallo le padrone di casa ci provano con Pugnali ed Eusebio ma senza esito.Ad inizio ripresa mister Melillo manda in campo Cunsolo al posto di Colini, e dieci minuti dopo Gambarotta al posto di Nicosia. Dall'altro lato Buonocore risponde schierando Baldini per Mastrovincenzo.Sospinta da una grande Caccamo, migliore in campo tra le romagnole, il Riviera prova a pareggiare i conti del match: al terzo Pugnali ci prova con un bel diagonale da destra ma Pipitone respinge in korner; all'ottavo Petralia ci prova su punizione mentre al quarto d'ora ci vuole un miracolo di Pipitone su un'incursione di Caccamo per lasciare il risultato invariato. Con il passare dei minuti il Riviera cala e la Res Roma conquista campo e si rende pericolosa con Ciccotti su calcio piazzato. Al trentottesimo il gol che chiude il match: millimetrico lancio di Simonetti per Pirone che in velocità supera la retroguardia avversaria e con un preciso diagonale firma il gol del definitivo 3 a 1 per la Res Roma.Un minuto dopo bello scambio Pirone-Palombi, subentrata sul due a uno a Pittaccio, con tiro che termina di poco a lato. Al triplice fischio festeggia la Res Roma che ottiene la seconda vittoria esterna e sale in classifica a quota 17 punti.“Grande vittoria per noi, - commenta Mister Melillo- che potrebbe dare un senso diverso al nostro campionato perchè era un pò una prova del nove, venivamo da un periodo senza vittoria pur non avendo mai demeritato nelle prestazioni. Le ragazze hanno dimostrato che possiamo ottenere questa salvezza il prima possibile e poi cercare di divertirsi un pò per cercare di scalare qualche posizione. È una risposta veramente importante perchè nel momento di difficoltà si vedono le grandi squadre e noi in questo periodo facciamo i conti con tante assenze e qualche risultato sfortunato. Qualora non fossimo stata una grande squadra avremmo avuto il contraccolpo psicologico e invece abbiamo vinto una bellissima partita sempre da gruppo al cospetto di una squadra che sapevamo avere meno punti di quelli che merita, per cui sono molto soddisfatto.”