Notizie
Categorie: Altri sport

Serie B2, l'Aprilia si impone sul Frascati, Collavini deluso:"Senza mordente"

Il tecnico castellano commenta il ko della sua formazione



CollaviniLa prima vera delusione stagionale per la B2 femminile del Volley Club Frascati è arrivata ad Aprilia. Nel turno dello scorso fine settimana, la squadra di coach Paolo Collavini (che nelle prime due gare di campionato aveva collezionato due tie-break, uno vincente e uno perdente, contro le forti Minturno e Cagliari) ha perso nettamente ad Aprilia. Un 3-0 che il tecnico frascatano spiega così. "Innanzitutto va dato atto all’Aprilia di essere una squadra fortissima, che attualmente ci è troppo superiore e che, come attaccanti di banda, ha una rosa più completa di Cagliari, dato da molti come favorito per la promozione. E’ chiaro, però, che qualcosa non è andato nella nostra prestazione: abbiamo aiutato un avversario che non ne aveva bisogno con un atteggiamento troppo passivo e decisamente senza mordente". Una prestazione difficile da capire per l’allenatore frascatano. "Dobbiamo capire che siamo competitivi, soprattutto a questi livelli, solamente se mettiamo la grinta vista nelle prime due partite. Questa è una squadra che, per caratteristiche individuali, ama poco difendere e su questo dobbiamo allenarci tanto. Ad Aprilia abbiamo sbagliato l’approccio: non dobbiamo mai dimenticare chi siamo e anzi accettare la nostra dimensione per evitare di innervosirci inutilmente". Certo che il calendario non aiuta i tuscolani nemmeno un po’: nel prossimo turno, infatti, la serie B2 ospiterà il Mentana quarto della classe (inizio ore 16,30). "Dobbiamo essere consci della nostra posizione di classifica – dice Collavini -, visto che dopo tre partite siamo ottavi e il nostro prossimo avversario ha più del doppio dei nostri punti (sette, ndr). Quindi serve battagliare su ogni palla come fatto nelle prime due gare stagionali: io sono con le ragazze e credo in questo gruppo, quindi mi auguro che sapremo dare le giuste risposte e riscattare il k.o. di Aprilia".