Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Serie D, cosa è successo nella 10ª giornata di campionato

Vegnaduzzo costringe l'Ostiamare alla prima sconfitta interna, un super Meloni invece consente all'Unicusano Fondi di tornare alla vittoria



E' andata in archivio anche la decima giornata di campionato, andiamo quindi a vedere cosa è successo nei due gironi.
Samuele Neglia, match-winner nella gara contro il Trastevere ©facebookGIRONE G. La vera sorpresa della giornata è la sconfitta interna dell'Ostiamare, che all'Anco Marzio cede per uno a zero contro il Flaminia, decide una rete di Vegnaduzzo giunta ad inizio secondo tempo. Fino a ieri i lidensi avevano sempre vinto tra le mura amiche del proprio stadio, e questa battuta d'arresto conferma la mini crisi che sta attraversano la squadra di Chiappara, alla terza sconfitta consecutiva - considerando il 3-1 rimediato in Coppa Italia contro il Cynthia - che nel giro di sole due giornate è passata dal primo al quarto posto in classifica. Conferma invece il buon momento di forma il Flaminia di Vigna, che pian piano si sta allontanando dalle zone basse della classifica. Brutta sconfitta per il San Cesareo, battuto in casa per 2-1 dal Castiadas che lo condanna all'ultimo posto in classifica, l'insuccesso ha portato inoltre alle dimissioni di Roberto Coscia - poi accolte dalla società - che lascia dopo otto sconfitte consecutive, ed ora il club rossoblu ha poco tempo per trovare un sostituto che possa risollevare la squadra. Compito difficile. L'Albalonga ringrazia Cruz e sconfigge di misura la Nuorese, il team di Gagliarducci sfrutta quindi a dovere i ko di Grosseto ed Ostiamare per piazzarsi al secondo posto in solitaria alle spalle della capolista Arzachena, che ora come ora sembra avere una marcia in più rispetto a tutte le altre squadre. Il Rieti dimostra di essere una delle compagini più in salute del campionato e grazie ai goal di Marcheggiani e Cericola espugna il terreno di gioco del Muravera, terzo posto per il team di Paris che domenica prossima avrà una vera e propria prova del nove, dato che al Manlio Scopigno arriverà la Viterbese. I gialloblu lentamente ma inesorabilmente stanno risalendo la china, questa volta i tre punti arrivano al termine della gara vinta all'Enrico Tocchi contro il Trastevere, a decidere la gara ci pensa Neglia. Destini differenti infine per Astrea e Cynthia: i ministeriali sono costretti a cedere per 4-2 a Casal del Marmo contro l'Olbia di Biagioni, i genzanesi invece impattano per 1-1 contro il Lanusei al termine di un classico match tra due squadre di centro classifica.
Festeggia il Fondi ©UnicusanoFondiGIRONE H. Un super Meloni - autore di una tripletta - consente all'Unicusano Fondi di tornare al successo nel match contro il Torrecuso, vinto per 5-2 dai pontini; sconfitta beffa invece per il Serpentara BellegraOlevano che nella prima gara di campionato finalmente davanti al proprio pubblico viene superata al 91' dal San Severo. Ennesima debacle dell'Aprilia che viene battuta 3-1 sul campo della Progreditur Marcianise, le rondinelle rimangono quindi all'ultimo posto in classifica insieme alla squadra di Foglia Manzillo e all'AZ Picerno. Chiude l'Isola Liri che ottiene un buon punto su un terreno di gioco difficile come quello del Pomigliano, ma la compagine di Grossi si mangia le mani per aver sprecato un vantaggio di due goal: finisce 2-2.