Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Serie D, tutto pronto per la 6ª giornata di campionato

La capolista Ostiamare ospiterà l'ostico Budoni, match difficile per il Rieti contro il Grosseto; nel gruppo H obbligo di vittoria per Aprilia ed Unicusano Fondi



Archiviato il turno preliminare di Coppa Italia è già ora di riportare l'attenzione sul campionato, sperando che la prossima giornata ricalchi in qualche modo quella precedente, estremamente positiva per le compagini laziali.
La capolista Ostiamare vorrà riconfermarsiGIRONE G. Due i derby, entrambi ai castelli: il primo vedrà di fronte l'Albalonga ed il San Cesareo, la squadra di Gagliarducci viene dall'eliminazione (indolore, visto l'ampio turnover effettuato a dimostrazione di quanto interessasse la competizione) dalla Coppa Italia per mano del Serpentara BellegraOlevano, mentre i ragazzi di Coscia vorranno metter fine alla striscia di sconfitte rimediate giocando comunque un buon calcio ed affrontando team sicuramente più equipaggiati, ma urgono punti. Sarà difficile, dato che l'Albalonga fino ad ora si è dimostrata una delle realtà più competitive del girone, e vorrà a tutti i costi portarsi a casa l'intera posta in palio. L'altra sfida tra compagini laziali avrà luogo a Genzano, dove duelleranno i locali ed il Flaminia: il Cynthia si è rivelata durante queste giornate una squadra rocciosa, difficile da battere, ma i rossoblu sono in un momento positivo, vengono da due importanti vittorie tra campionato e coppa e vorranno continuare a fare bene. Sarà un match aperto. La capolista Ostiamare avrà tutti i riflettori puntati su di se, sentirà sicuramente la pressione del primato ed a testarla arriverà all'Anco Marzio il Budoni, squadra da prendere con le pinze, ma ad Ostia l'euforia è tanta ed i biancoviola hanno voglia di confermarsi. Obbligo di vittoria invece per la Viterbese che ospiterà il Castiadas, e qualora i tre punti non dovessero arrivare è quasi scontato che Camilli prenderà dei provvedimenti. Sfida difficile per il Rieti che se la dovrà vedere con il Grosseto, una delle candidate al titolo: i reatini stanno giocando bene ed hanno perso le ultime gara a causa di episodi, il match contro i toscani sarà durissimo ma nulla è detto, chissà che la fortuna questa volta non ci metta lo zampino... L'Astrea invece è in continua crescita, l'infermeria si sta svuotando e la squadra assomiglia sempre più a quella che Ripa ha in mente da tempo, a Casal del Marmo arriva lo scorbutico Lanusei (i sardi sono ancora imbattuti) ma i ministeriali hanno dalla parte loro l'entusiasmo per la vittoria del match di coppa contro la Torres. La gara invece tra Olbia e Trastevere è stata rimandata a mercoledì 7 ottobre a causa dell'allagamento del terreno di gioco del Bruno Nespoli.
Obbligo di vittoria per l'Aprilia ©Fabrizio MelocchiGIRONE H. Obbligo di vittoria per Aprilia ed Unicusano Fondi, che se la vedranno rispettivamente con Gallipoli e Manfredonia, anche se il match degli uomini di Pochesci potrebbe offrire qualche difficoltà in più rispetto a quello che andrà in onda al Quinto Ricci ( calcio d'inizio alle ore 10.30 a causa del concomitante impegna casalingo della Lupa Roma), dove il team di Fattori incontrerà l'unica compagine ancora a secco di punti nel girone H. Impegno molto complicato per l'Isola Liri che andrà a fare visita al Taranto, ma in questo campionato gli uomini di Grossi hanno dimostrato di essere una squadra vera e quindi il risultato è tutt'altro che scontato. Chiude il quadro della laziali il Serpentara BellegraOlevano che ad Artena ospiterà la Virtus Francavilla, impegno complicatissimo per la squadra guidata ancora una volta da Fabrizio Centra, ma i risultati ottenuti nelle ultime gare lasciano ben sperare. Il match si giocherà a porte chiuse.