Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Sermoneta, Cargnelutti molto contento dell'avvio di stagione

Le dichiarazioni del tecnico della formazione pontina, prima in solitaria dopo le prime tre giornate



Il tecnico Andrea Cargnelutti, foto FacebookDopo tre giornate di campionato il Sermoneta è primo a punteggio pieno nel Girone D dei Giovanissimi Regionali. Queste le impressioni del tecnico dei classe 2001 pontini Andrea Cargnelutti.

Mister cominciamo dalle tue sensazione su questo grande avvio di campionato.
“Il nostro avvio di campionato è molto positivo: da una parte me l’aspettavo, perché abbiamo una buona squadra dal momento che la società ha lavorato bene in estate; dall’altra il campionato è ancora lungo e quindi è meglio restare con i piedi per terra per poi fare i conti alla fine. Comunque sono molto contento”.

Nell’ultima giornata, la terza, avete stravinto 5-0 il big match con l’Aprilia: che indicazioni hai tratto dalla bella prestazione dei tuoi?
“Sapevamo che l’Aprilia è una delle favorite ed abbiamo preparato bene la gara: mi sono reso conto che la squadra ha confermato quello di positivo che pensavo, quindi sono molto soddisfatto. Già nel primo tempo abbiamo chiuso sul 3-0, poi nel secondo siamo stati bravi a non prendere gol e ad incrementare il passivo, sfruttando le altre occasioni. E’ stato un turno molto positivo”.

Dopo tre giornate siete primi da soli a punteggio pieno: che margini di miglioramento pensi che abbia il tuo gruppo?
“Ampi margini. Gli avversari non sono fortunati o bravi a sfruttare le mancanze che abbiamo, quindi dobbiamo migliorare perché ovviamente non siamo perfetti. Dobbiamo limare gli errori che commettiamo e per i quali fortunatamente al momento non siamo stati puniti. Al contrario noi siamo bravi e cinici a cogliere le lacune degli avversari: questo avviene perché ci alleniamo con impegno e sacrificio”.

Questo Sermoneta ha come obiettivo il salto di categoria?
“Adesso non mi nascondo, e sono contento per i risultati che stiamo ottenendo. All’inizio del campionato non ero così positivo perché avevamo ceduto quattro giocatori: due ragazzi sono andati al Latina a fare i Nazionali, altri al San Donato Pontino ed alla Polisportiva Carso a giocare in Elite. Sono contento che quattro elementi abbiamo fatto il salto di categoria, però non era facile rimpiazzarli. Nonostante ciò devo dire che abbiamo formato un gruppo di ragazzi bravi, educati e con voglia di imparare. Se si ha umiltà, i risultati arrivano: sono molto contento dei nuovi arrivi in squadra, che provenivano dai Provinciali o da altre compagini Regionali e si sono adattati bene in un contesto dove si vuole fare un’annata di vertice”.