Notizie

Sermoneta, Idin: “Sono contento ma c'è ancora da lavorare”

Il tecnico traccia una panoramica di quest’inizio di stagione, richiamando i suoi a maggior concentrazione sotto porta



Un buon inizio di stagione per il Sermoneta,che, come Latina e Racing Club (con cui condivide il podio) non ha mai subìtouna sconfitta in queste prime otto giornate. Ne è consapevole Alessandro Idin,che punta però saggiamente lo sguardo anche su quelli che possono essere irischi e i limiti: “Siamo contenti, ma ci siamo resi conto di quanto uncampionato regionale richieda maggior lavoro atletico e fisico. Sotto quest’aspettosoffriamo un po’ le squadre come Il tecnico Alessandro Idinil Latina: una delle più attrezzate, da questopunto di vista. A lungo andare verrà fuori la loro qualità, ne sono sicuro.” Idue unici pareggi sono arrivati proprio negli scontri diretti con le rivali piùvicine: “Nella partita con il Racing Club abbiamo trovato una squadra abituataa giocare sul sintetico, capace di sfruttarne la velocità. Tant’è che siamoandati sotto nel secondo tempo, quando abbiamo perso qualcosa. Conoscevamo,invece, le caratteristiche del Latina. Non siamo riusciti a chiudere il matchnel primo tempo, quella è stata la nostra fine. Perchè loro, contrariamente a noi,dispongono di una panchina particolarmente prestante dal punto di vista fisico:dopo le sostituzioni, siamo andati in sofferenza. La partita che mi ha datomaggior soddisfazione? Indicherei quella con la Vivace Grottaferrata. Un ottimasquadra che ha sconfitto il Ceprano e ha fatto soffrire il Racing Club, primadi cadere. Ecco, l’aver vinto 5-1 contro un gruppo simile, mi ha trasmesso lasensazione che potremo divertirci in questo campionato.” E parlando di punti diforza e di aspetti da affinare, emerge una considerazione rilevante, a dispettodei numeri: “L’affiatamento è la nostra arma migliore. Il che è importante,visti i numerosi volti nuovi in squadra. Nonostante il bottino di goalraccolti, però, sprechiamo molto. Arriviamo spesso in area avversaria,sbagliando clamorosamente. La finalizzazione è fondamentale,  è un aspetto in cui dobbiamo crescere, sepensiamo che prima di fare un goal ne dobbiamo gettare via quattro (Ride, ndr)”Ora, prima della pausa natalizia, ad attendere il Sermoneta ci sarà l’impegnocon l'Accademia Frosinone S. C. e il Calcio Sezze. Due partite da non sbagliare, percontinuare a combattere in alto: “Quello che ho detto ai ragazzi è che dobbiamocercare di arrivare alle feste con sei nuovi punti in tasca. Perchè allaripresa ci sarà il Ceprano e continuare a mantenerci imbattuti può darci unagrossa mano da un punto di vista mentale.”