Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Sermoneta: successo in rimonta con lo Sporting Genzano

Importante vittoria esterna per la squadra di Stefanini



SPORTING GENZANO - SERMONETA 1 - 2

MARCATORI 12'pt Zotti (SG), 2'st e 16'st Matteo (S)

SPORTING GENZANO Bianchi, Bucci (38'st Mignucci), D'Alessio, Barbetta, Soldati, Agostinelli, Gocaj, Nobili (18'st Raponi), Zotti, Servizi, Tetti (30'st Baldazzi) PANCHINA A. Ricci, G. Ricci, Mastruzzi, Baldolini ALLENATORE Pietropaoli 

SERMONETA Minutilli, Gasbarra, Manni (45'st Marrocco), Martelli, Iannella, De Santis, Sanetta (35'st Pisano), Matteo, Gasbarra, Cargnelutti, Costanzi PANCHINA Venturiero, Guizzo, Guizzo, Battisti ALLENATORE Stefanini 

ARBITRO Granata Luca

ASSISTENTI Doria Emanuele, Amici Emilio

NOTE Ammoniti Soldati, Agostinelli, Minutilli, Martelli, Iannella, Cargnelutti Espulsi Servizi (SG) al 41'st per doppia ammonizione

Uno scatto del match

Sconfitta amara per lo Sporting Genzano nella gara di andata dei sedicesimi di finale di Coppa Italia. Allo "Iorio" i padroni di casa cedono per 2-1 al Sermoneta di mister Stefanini, al termine dei novanta minuti. I biancoazzuri partono subito forte e poco prima del quarto d'ora passano in vantaggio con il bel tiro a giro di Zotti. Gli ospiti reagiscono e dieci minuti più tardi possono usufruire di un calcio di rigore. Bianchi però nega la gioia dell'immediato pareggio intuendo il "piattone" di Costanzi. È sempre Il portiere genzanese poco dopo a sventare con altri due miracoli le incursioni degli attaccanti sermonetani. Sul finire del primo tempo Tetti, lanciato tutto solo in velocità, entra  contrasto con il numero uno Minutilli sul vertice sinistro dell'area di rigore, l'arbitro concede un calcio di punizione con annesso cartellino giallo, nonostante i padroni di casa reclamassero un calcio di rigore. Gocaj spedisce la palla sopra la traversa e si va al riposo sul punteggio di uno a zero. Ad inizio ripresa lo Sporting sembra non essere tornato in campo e in poco meno di quindici minuti il Sermoneta ribalta l'incontro con la doppietta di Matteo. I padroni di casa reclamano nell'occasione della seconda realizzazione a causa della sospetta posizione di fuorigioco del bomber sermonetano e della non certezza che il pallone abbia attraversato interamente la linea di porta per via del disperato intervento di Agostinelli. Poco dopo Raponi, appena entrato, semba essere spinto in area ma per il direttore di gara anche questa volta non ci sono gli estremi per un tiro dagli undici metri alimentando ancora di più le proteste della compagine genzanese. I ragazzi di Pietropaoli provano a non perdere la testa e cercano invano di ristabilire l'equilibrio con il tiro di D'Alessio e lo splendido inserimento di Mignucci servito ottimamente da Barbetta. Il Sermoneta nel finale potrebbe trovare il colpo del definitivo k.o in contropiede ma la retroguardia castellana si salva in extremis tenendo ancora aperto il discorso qualificazione. Il ritorno in terra pontina è previsto tra due settimane. Lo Sporting ha tutte le carte in regole per cercare di ottenere il pass per gli ottavi di finale di Coppa Italia.