Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Serpentara, il numero 1 Ferro:"Avanti senza paura"

Uno dei due presidenti del club commenta il girone di ferro in cui è stata inserita la neo promossa "Abbiamo un leone sulla maglia..."



La festa promozioneIl Serpentara BellegraOlevano non trema. La società dei presidenti Luciano Ferro e Walter Falanesca ha conosciuto ieri il girone di appartenenza per la storica prima presenza in serie D: sarà il terribile gruppo H, quello con sette pugliesi, tre lucane, quattro campane e altre tre laziali (Fondi, Isola Liri e Aprilia). "Forse volevano vedere se eravamo pronti per la Lega Pro – dice con pungente sarcasmo il presidente Ferro – Battute a parte, mi chiedo come mai la Lnd in un periodo estremamente complicato per tutti e anche per le società sportive ci costringa ad un girone logisticamente improbo, con trasferte ai limiti del proibitivo. Comunque noi vogliamo raccogliere la sfida: ci rimboccheremo le maniche come abbiamo sempre fatto e daremo battaglia perché non abbiamo paura. D’altronde abbiamo un leone sul nostro logo e quindi sulle nostre maglie…". Il Serpentara sarà ospite in campi caldissimi e in stadi “prestigiosi”. "L’augurio è che si possa giocare a calcio per tutto il campionato e che si possa fare una sorta di terzo tempo alla fine di ogni partita – auspica il presidente del Serpentara -, per il resto siamo convinti che i ragazzi ce la metteranno tutta come già accaduto in amichevole a Terni sabato scorso". Un vero e proprio gala di lusso per il gruppo di mister Fabio Lucidi, la maniera migliore per chiudere un’estate bellissima che ha visto pure la disputa dell’amichevole contro la Lazio Primavera a Formello. "Tenere testa a una squadra di serie B – dice con orgoglio Ferro – è stata una grande soddisfazione e una buona prova i ragazzi l’hanno offerta anche col Rimini che completava il triangolare". Oltre ai gironi, la Lnd ha immediatamente diramato anche i calendari: d’altronde, con l’inizio del campionato fissato per il 6 settembre i tempi erano strettissimi. "Esordiremo a Pomigliano d’Arco e avremo praticamente tre giorni per preparare questa trasferta – rimarca Ferro -, ma non siamo abituati a piangerci addosso. Andremo in Campania per giocarcela"