Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Serpentara, Saccucci: "Dobbiamo saper gestire la gioia"

Il portiere della formazione di Foglia Manzillo commenta il primo storico successo in D della società



SaccucciCi è voluto quasi un intero girone. Ma si sa, le cose più attese sono anche quelle che danno più gusto quando le raggiungi. Il Serpentara BellegraOlevano cercherà indubbiamente di fare il bis…un po’ più in fretta, ma intanto si gode la prima storica vittoria nel campionato di serie D e ora crede un po’ di più alla salvezza. Il 2-0 di Genazzano al Gallipoli (griffato da una splendida doppietta di De Julis che non avrebbe dovuto nemmeno giocare a causa di una brutta influenza) dà una forte spinta al gruppo di mister Antonio Foglia Manzillo. "E’ stata una prestazione praticamente perfetta – dice il 19enne portiere Gabriele Saccucci, uno dei pochi “superstiti” dopo la rivoluzione dicembrina – Abbiamo giocato con la giusta mentalità, dimostrando sin dai primi secondi di gara di essere nella giornata giusta. A un certo punto, viste le tante opportunità sciupate, ho temuto di rivedere film già visti, ma il gol del 2-0 di Andrea ci ha messo al sicuro da brutte sorprese. Un altro fattore positivo è stato sicuramente il fatto di non aver subito gol: i due nuovi centrali difensivi, Bellucci e Strumbo, si sono immediatamente calati nella nuova dimensione. Questa vittoria ci può dare tantissima fiducia, ma ora dobbiamo saper gestire questo momento: avevamo tanto entusiasmo anche dopo il pareggio con il Taranto e a Potenza abbiamo fatto una brutta gara". Il Serpentara chiuderà l’anno a Marcianise. "Una gara estremamente difficile anche se lì non troveremo l’ambiente delle piazze più calde di questo girone – rimarca Saccucci – Cercheremo di dare continuità al risultato di domenica scorsa". Saccucci, portiere di scuola Colleferro che ha un passato nel settore giovanile della Vigor Perconti e nonostante la giovane età ha già giocato da protagonista in serie D con Isola Liri e Ostia Mare, è soddisfatto della sua prima parte di stagione. "Sono quasi sempre stato titolare nonostante sulla panchina del Serpentara sia siano alternati già tre tecnici (Lucidi, il “traghettatore” Centra e ora Foglia Manzillo, ndr), questo significa che ho sempre avuto la fiducia dallo staff. Sono contento a livello personale, ma ora sono concentrato sull’obiettivo di squadra"