Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Sezze e Pescatori impattano nell'andata dei sedicesimi

Rossi porta in vantaggio i padroni di casa nel finale del primo tempo, ma in avvio di ripresa è Tumino a ristabilire la parità



CALCIO SEZZE – PESCATORI OSTIA 1-1

MARCATORI 37’ pt Rossi M., 8’ st Tumino

SEZZE Stefanini, Colongi, Di Tullio, Martelletta, Miccinilli, Di Trapano, Antonucci (19’ st Rieti), Cece, Rossi M., Perna (31’ st Ciotti), Camillo (36’ st Rogato) PANCHINA Paolangeli, Marcoccio, Loffarelli, Montini ALLENATORE Gaeta 

PESCATORI OSTIA Bianchetti, Folco, Rossi G., Natalizi, Stampone, Lo Presti, Tumino (31’ st Mancini), Bizzarri (25’ st Tortolano), Franci, Pacchelli, Ercolani PANCHINA Nieddu, Racchella, Rocchi ALLENATORE Venturini

ARBITRO Di Biasio di Formia

ASSISTENTI Franco e Canale di Cassino

NOTE Espulso 22’st Pacchelli (O) per aver proferito bestemmia Ammoniti Bizzarri, Tumino, Lo Presti, Bianchetti, Stefanini Rec. pt: 1’; st: 4’


Matteo Rossi, autore dell'1-0Finisce in parità l’andata dei trentaduesimi di finale di Coppa Italia tra Sezze e Pescatori Ostia. Gaeta in avvio opera un pesante turnover: dal primo minuto si vedono in campo molti giovani che solitamente non trovano spazio in campionato. Il primo brivido, dopo tanto studio, arriva al 27’ quando Rossi recupera un pallone sulla trequarti, arriva al limite dell’area e lascia partire un sinistro che, toccato da un difensore, sfila in corner, sugli sviluppi del quale Miccinilli trova il tempo giusto ma il suo colpo di testa non spaventa Bianchetti. La gara si sblocca al 37’: Colongi lancia Camillo nella spazio, gli permette di arrivare sul fondo e di mettere in area un pallone perfetto sul quale si avventa Matteo Rossi che di testa batte Bianchetti. Prima dell’intervallo Di Trapano rischia di mettersi nei guai per un controllo sbagliato, ma è perfetto nel recupero. La ripresa inizia con gli ospiti più intraprendenti: al 2’ Tumino ci prova con un calcio di punizione dal limite, ma Stefanini fa buona guardia e mette in corner. Dall’altra parte ci prova Colongi con un bel destro che sfiora il palo. Al 5’ colossale occasione per il raddoppio, con Martelletta che si ritrova tutto solo davanti a Bianchetti, ma calcia a lato in spaccata. Come nella migliore tradizione ad un gol mangiato ne corrisponde uno subito e all’8’ gli ospiti trovano il pareggio con Tumino, che raccoglie l’invito di Pacchelli, entra in area e batte Stefanini con un preciso sinistro ad incrociare. Al 13’ insistita azione di un Tumino, evidentemente galvanizzato per la rete, che semina il panico tra le maglie della difesa rossoblu e arriva alla conclusione cui Stefanini si oppone in uscita. La gara si infiamma e a farne le spese è Pacchelli, che si lascia scappare una bestemmia ed è costretto ad abbandonare il campo anzitempo. Gaeta, da parte sua, prova anche ad inserire Ciotti e Rogato per far saltare il bunker difensivo dei romani di Venturini, ma chiare occasioni non si verificano e la qualificazione ai sedicesimi di finale passerà per la gara che si svolgerà al “Lodovichetti” tra due settimane.