Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Sgambetto Nuorese: la capolista Lupa rallenta al Montefiore

Siclari porta in vantaggio l'undici di Galluzzo, ma non basta: Frongia sigla il pari poco prima del riposo



13a Giornata - 30 nov 2014
1 - 1

MARCATORI  4’ pt Siclari (L), 38’ pt Frongia (N)
LUPA CASTELLI ROMANI Tassi, Mazzei, Colantoni, Traditi, Gordini, Baylon, Boldrini (dal 29’st Montesi), Icardi (dal 37’ st Fantini), Nohman, Chiesa (dal 33’ st Conti), Siclari PANCHINA Serpietri, Di Nezza, De Gol, Della Ventura, Bertoldi, Tranchitella ALLENATORE Galluzzo
NUORESE Nurra, Tullio, Bossa, Boi, Bianchi, Frongia, Gianni, Alessandrì (dal 19’ st Cadau), Cappai, Cocuzza, Pusceddu (dal 43’ st Fadda) PANCHINA Matzuzu, Danese, Lepore, Cossu, Deiana ALLENATORE Bacci
ARBITRO: Agrò di Terni
ASSISTENTI: Blasi di Jesi, Sclavi di Macerata
AMMONITI Colantoni, Nohman (L), Tullio, Pusceddu, Bossa, Cocuzza (N) NOTEespulso al termine di gara Conti (L) per frasi irriguardose nei confronti del direttore di gara

Siclari © lupacastelliromani.itUna bella Nuorese, compatta e ordinata, rallenta la corsa della Lupa Castelli Romani, strappando un pari in casa della capolista e conquistandosi gli applausi del pubblico presente. Per la tredicesima giornata Galluzzo recupera Baylon che riprende il suo posto al centro della difesa accanto a Gordini. A sinistra c’è Colantoni, a destra torna Mazzei. A centrocampo Traditi affianca Chiesa, mentre sugli esterni ci sono il giovane Icardi e Boldrini; Siclari gira alle spalle di Nohman, che rimane al centro dell’attacco. La Lupa parte subito forte, e dopo 4 minuti è già in vantaggio. Boldrini sale sulla sinistra e salta agilmente il suo marcatore, mettendo in mezzo un pallone sul quale Siclari non può sbagliare, andando a realizzare il suo decimo gol in campionato. Per i padroni di casa la gara sembra subito in discesa, ma la Nuorese non si perde d’animo e si ricompatta immediatamente, rendendosi pericolosa dalle parti di Tassi con Cocuzza, il cui tiro termina di poco fuori. Pochi minuti più tardi ci prova Pusceddu, che fa tutto bene ma al momento del tiro non inquadra la porta, mentre la Lupa risponde con un bel cross teso di Mazzei per la testa di Siclari, che da buona posizione gira a lato, con Nurra battuto. Gli ospiti trovano il pari al 38’, quando Frongia supera Tassi direttamente su calcio da fermo, costringendo gli uomini di Galluzzo a ricominciare da capo. Nella ripresa, però, la musica non cambia: i sardi sono ben messi in campo, e respingono tutti i tentativi dei castellani cercando poi di partire in contropiede. Le occasioni migliori sono quelle capitate a Siclari, che prima non inquadra la porta su cross di Colantoni, poi si vede anticipare dalla difesa di casa dopo una splendida azione del nuovo entrato Montesi, che cerca di dare una scossa alla gara e di spaccare in due la difesa verdeazzurra. La Nuorese però dimostra di meritare ben altre posizioni di classifica, e fa tremare i padroni di casa prima con Cappai, poi con Cadau, ma in entrambi i casi è bravissimo Tassi, che protegge il pari e difende l’imbattibilità dei suoi. In pieno recupero la Nuorese rischia la beffa, quando Colantoni mette in mezzo un cross insidioso sul quale Nurra esce male, ma Nohman preso in controtempo non riesce ad intercettare il pallone sul secondo palo. Nel finale c’è ancora tempo per l’espulsione di Conti, costretto a lasciare il campo a partita conclusa per qualche parola di troppo rivolta verso il direttore di gara. Per la Lupa arriva il terzo pareggio stagionale, dopo quelli con Arzachena e Viterbese, che le permette comunque di mantenere la vetta della classifica, in attesa dell’ostica trasferta di domenica prossima contro l’Isola Liri, che darà il via ad una settimana di fuoco nella quale tornerà anche la Coppa Italia, con l’impegno casalingo del 10 dicembre contro il Matelica. Ma, come si dice, quando il gioco si fa duro…