Notizie
Categorie: Altri sport

Si chiude la stagione del Colonna

Le due squadre maggiori di coach Mimmo Olivetti hanno terminato gli impegni nei vari tornei federali e stanno completando il mese di maggio attraverso una serie di allenamenti



Mimmo Olivetti allenatore del ColonnaIl settore volley della Colonna è agli ultimi scampoli della sua stagione. Le due squadre maggiori di coach Mimmo Olivetti hanno terminato gli impegni nei vari tornei federali e stanno completando il mese di maggio attraverso una serie di allenamenti. "Nei prossimi giorni – dice il tecnico del Colonna – parleremo con la società per capire, innanzittutto, se andare avanti con gli allenamenti anche nel mese di giugno come si usa fare solitamente oppure se chiudere i battenti in concomitanza con la fine delle scuole. Poi cercheremo di capire quali sono i programmi in vista della prossima stagione". Un passo indietro per ripercorrere le gesta di questi due gruppi, o meglio del gruppo di ragazze che ha affrontato nella sua quasi totalità tutte e due le categorie. "Faccio un discorso complessivo e dico che il bilancio è sicuramente positivo – rimarca Olivetti – perché entrambe sia nell’Under 14 che nell’Under 16 abbiamo raggiunto la seconda fase e comunque, più in generale, le ragazze hanno mostrato progressi evidenti rispetto all’inizio della stagione. Nello specifico dei risultati va rimarcato il bel percorso dell’Under 14 che nella seconda fase, dopo aver battuto Genzano fuori casa per 3-1 e aver inflitto un netto 3-0 ad una buona squadra come Mentana, ha avuto un po’ troppo “timore reverenziale” nei confronti della Volley Friends che si è imposta per 3-0. Ma questo dimostra comunque l’ottima competitività raggiunta dalle nostre giovani atlete". Qualità e anche quantità che nel corso dell’anno è cresciuta a dismisura. «Sono partito con un gruppo di dodici atlete – spiega Olivetti – e abbiamo concluso con ben ventidue tesserate, quando spesso e volentieri accade il contrario. E’ anche vero che allenare ventidue ragazze non è semplice e probabilmente limita abbastanza la crescita di ognuna di loro, in special modo quella di coloro che hanno maggior capacità tecniche. La società dovrà valutare anche questa situazione in vista della prossima stagione» conclude il tecnico.