Notizie
Categorie: Nazionali - Under 15

Si ferma anche il Frosinone, ora chi terrà il passo della Roma?

Carinci e i suoi rallentano con i giallorossi di D'Andrea che sono primi in solitaria. Occhio alla Lazio che scopre Adusa e continua a spingere. Weekend da dimenticare per la Lupa Castelli



Settima giornata per i Giovanissimi Nazionali in cui la Roma cambia passo e stacca il Frosinone fermato dal Teramo. Pari anche per la Lupa Roma mentre accorcia le distanze la Lazio che vince in rimonta con il Latina. Crolla la Lupa Castelli Romani contro il Pescara.

D'Andrea, la sua Roma fa paura ©LoriChi sale Ormai anche l'ultimo avversario è crollato. La Roma stravince contro la Virtus Lanciano e stacca il Frosinone. Se neanche i gialloblu riescono più a tenere il passo della truppa di D'Andrea allora la battaglia per il primato potrebbe già essere agli sgoccioli. I giallorossi visti a Trigoria non hanno fatto sconti, tanto da impiegare poco più di dieci minuti per chiudere una partita di fatto mai davvero cominciata. A convincere in casa Roma sono state soprattutto le cosiddette “alternative”. Le virgolette son d'obbligo perchè due come Meo e Silipo hanno tutte le qualità per poter essere tranquillamente definiti come dei veri e propri titolari aggiunti. Menzione particolare la merita anche Simonetti che nonostante sia entrato a match praticamente già chiuso, mette a segno una doppietta confermandosi come un giocatore sempre pronto a dare il massimo, indipendentemente da quando e come viene chiamato in causa. Bicchiere mezzo pieno per la Lupa Roma. L'undici di Monaco soffre con la Ternana ma è bravo a reggere l'urto e a chiudere la paritta portando a casa un buon punto. Dopo la goleada subita con la Roma, ripartire non era assolutamente facile. Sale anche la Lazio che vince contro il Latina e accorcia sul Frosinone. I ragazzi di Ruggeri centrano un successo che, a dispetto di quanto lasci intendere la classifica, era tutt'altro che scontato. Vittoria in rimonta a sottolineare il carattere di una squadra dove là davanti arrivano un paio di notizie importanti. La prima è quella di Nicodemo, che centra il suo secondo gol consecutivo e conferma il suo buon momento. L'altra è quella circa Del Mastro che continua ad aggiungere minuti preziosi per recuperare la condizione migliore e che potrebbe dare quella fisicità che sino ad oggi è mancata alla formazione biancoceleste.

Chi scende Tonfo fragoroso è quello della Lupa Castelli Romani che viene letteralmente travolta dal Pescara. Gli abruzzesi si sono rivelati un osso troppo duro per i denti dell'undici di Di Julio che non è praticamente mai stato in partita. Arriva così una sconfitta dopo una settimana in cui la società ha comunque potuto festeggiare la convocazione in Nazionale U15 della coppia Celentano-Scaffidi. Incredibile ma vero cala anche il Frosinone. La squadra di Carinci alla fine non riesce a tenere il passo della corazzata Roma e si ferma nella trasferta di Teramo. Un pareggio che, per carità, può starci dopo altre sei partite vinte ma che comuqneu costa caro. Ora, Carinci e i suoi sono a metà strada tra la Roma capolista e la scomoda coppia di inseguitrici formata da Lazio e Pescara.

Semeraro con Bruno Conti e Manuel Marzocca ©Foto FacebookProtagonisti Tanti i nomi caldi di questo fine settimana. Da incorniciare la prova del terzino sinistro Semeraro. Un gol e due assist per il giallorosso che ha letteralmente bruciato la corsia mancina macinando chilometri e avversari. Assieme a lui bene anche il solito Bamba. L'attaccante della roma va ancora a segno e ormai conta più gol che presenze. Un avvio di stagione praticamente perfetto per lui e, considerando che gioca da sotto età essendo un 2002, a Trigoria farebbero bene a preparare le carte per tenerselo stretto. Continua a segnare anche Altobello. Il Frosinone si ferma sul 3-3 ma la doppietta dell'ex Ancona conferma le qualità di un ragazzo che sta davvero facendo la differenza nel reparto avanzato dei ciociari. A chiudere il quadro dei protagonisti di giornata ci pensa il biancoceleste Adusa. L'attaccante, risolti i problemi burocratici, è finalmente sceso in campo e ha ripagato l'attesa andando a segno con una splendida punizione che ha dato il la alla rimonta dei suoi.