Notizie

Simonetta: “Godiamoci il momento, ma è ancora lunga”

Il tecnico biancazzurro traccia una panoramica sul grande avvio di stagione della squadra: “I ragazzi sono molto uniti tra loro, ogni weekend sarà una battaglia”



Sta continuando a gonfie vele il grande avvio di stagione della Polisportiva Carso, società che vanta da anni un settore giovanile di ottimo spessore. Soprattutto gli Allievi Fascia B stanno ottenendo dei risultati incredibili, che dopo sei giornate di campionato gli permettono di comandare la classifica del Girone B. Roberto Simonetta, tecnico del gruppo 2000, analizza così lo splendido momento che sta attraversando la sua squadra.   


Mister Roberto Simonetta (foto ©Del Gobbo)Mister è arrivata anche la sesta vittoria consecutiva da inizio campionato, questa squadra non ne vuole sapere di fermarsi. Che effetto fa essere lì in alto da soli, visto che la Vigor Perconti ha fatto un mezzo passo falso? 

“Per il momento siamo contenti, però il campionato è ancora molto lungo e faremo tutto il possibile per mantenere le posizioni di vertice. Sappiamo che non sarà facile, ogni sabato affronteremo una battaglia”.   


Qual è l’ingrediente principale di questa squadra che vi sta portando ad ottenere tali risultati? 

“Senza dubbio è l’essere gruppo nel vero senso della parola. I ragazzi sono tutti amici tra loro, sempre compatti e presenti, sia chi ha più spazio sia chi ne ha di meno. Mi seguono sempre durante gli allenamenti, però, visto che parliamo di ragazzi, so anche che è difficile mantenere lo stesso livello di concentrazione durante il corso della stagione”.   


Possiamo dire anche che uno dei vostri punti di forza è la fase difensiva, visti i soli tre gol subìti fino ad ora? 

“Sì, sicuramente è un reparto molto solido e compatto. Anche il centrocampo dà una buona mano in fase di copertura e più in particolare ognuno cerca di aiutare l’altro; forse è questa la vera forza che ci sta portando ad ottenere tutto ciò”.   


Festeggiamenti Polisportiva Carso (foto ©Del Gobbo)Anche sotto l’aspetto caratteriale è sembrata una squadra abbastanza quadrata e capace di soffrire quando serve, infatti delle sei vittorie ne sono arrivate quattro di misura, di cui due in rimonta. 

“Il carattere ce l’ha, ma quando andiamo sotto nel punteggio mi tocca mettere lo zampino alla fine del primo tempo con determinati discorsi per tirarglielo fuori e per avere il meglio da loro. Sono giovani e hanno anche bisogno di questo”.   


Ora arriverà l’Aprilia, voi siete primi e loro ultimi; sulla carta è un match che vi vede nettamente favoriti, ma che non sarà da fallire per continuare la vostra corsa. 

“Se ti devo dire la verità è la partita che mi fa più paura di tutte, anche perché l’anno scorso abbiamo fallito in casa con il San Donato che era la penultima e da lì poi abbiamo avuto un periodo di declino. Dovremo essere concentrati al massimo e cercare di tenere sempre alta la tensione. Bisognerà lottare come se loro fossero la prima e noi l’ultima del girone”.