Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Sina manda in estasi la Lepanto: Lido dei Pini espugnato al 93'

Un rigore dell'attaccante castellano regala i tre punti alla formazione di Santececca



12a Giornata - 23 nov 2014
0 - 1

MARCATORI 48’st rig. Sina  

CEDIAL LIDO DEI PINI Cosucaru, Bressan, Floris, Cassioli, Poltronetti, Belluzzo (24’st Bolletta), De Carolis, Martino, Carannante (30’st Tulli), Franco, Mat.Frezzotti PANCHINA Flamini, Barbati, Coppola, Cristofari, Mar.Frezzotti ALLENATORE Panicci 

LEPANTO Troiani, Magi, Reati, Pisapia, La Forgia, Vulpiani,Ricci, Sbraglia, Virli, Binaco, Bianchi PANCHINA Grimaldi, Materazzi, Talevi, Zampetti, Dezi ALLENATORE Santececca 

ARBITRO De Girolamo di Avellino 

ASSISTENTI Papagna di Roma 1, Tartaglia di Ostia Lido 

NOTE Ammoniti Virli, Binaco, Bressan, Belluzzo, De Carolis Rigore fallito al 45’st da Sbraglia (L) 


Match non adatto ai deboli di cuore quello che ha visto la Lepanto di Santececca espugnare la tana del Cedial Lido dei Pini. Una gara dominata dalla squadra castellana che però è riuscita a farla propria solo all’ultimo minuto grazie al rigore trasformato da Sina. Una vittoria fondamentale per la Lepanto, che riesce a tenere il passo della capolista Città di Ciampino e a presentarsi allo scontro diretto della prossima settimana con un solo punto di distacco. Binaco ha conquistato il rigore decisivo


Il match parte con la Lepanto che vuole fin da subito prendere in mano le redini del gioco, ma per sfortuna e imprecisione sotto porta la compagine di Santececca non riesce a sbloccare il risultato. Le migliori occasioni capitano sui piedi di Virli che in un’occasione viene ottimamente fermato dalla retroguardia di casa al momento della conclusione, mentre in un’altra non riesce a trovare l’impatto pieno con la sfera graziando il Cedial Lido dei Pini. Si arriva così nei minuti finali dell’incontro in cui succede di tutto. Allo scoccare del 90’ la Lepanto si conquista un calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Sina che insacca in rete, ma il direttore di gara decidere di far ripetere il tiro dato che alcuni giocatori erano entrati in area prima della battuta. La Lepanto decide così di cambiare tiratore, ma la scelta non è fruttuosa dato che Sbraglia si fa respingere la conclusione da Cosucaru. Sembra finita, ma la Lepanto non è dello stesso avviso e continua a spingere alla ricerca disperata della vittoria. AL 93’ Binaco si incunea in area di rigore e subisce un fallo che costringe l’arbitro ad assegnare un nuovo tiro dagli undici metri. La responsabilità è tutta sulla spalle di Sina, che però non ha paura e con freddezza fulmina il portiere, regalando una vittoria da brividi alla Lepanto.