Notizie
Categorie: Giovanili - Allievi

Sogno Vescovio: i biancorossi si sono presi la vetta

Il pareggio dell'ASA e la vittoria di ieri contro il Canadesi: l'Atletico di Massimi ora è primo nel girone E



Gli Allievi dell'Atletico Vescovio ©FacebookFrancardi, Alviti, Savi, Berardi, Lepri, Di Marcello, Sacchi, Vendola, Manetti, Mele, Silvestri, De Simone, Cardaci, Lovaglio, D'Amario, Lattarulo, Marinelli, Torre. Sono loro gli eroi, autori e protagonisti di questo sogno. Massimi, dopo il successo in terra straniera, non può che essere orgoglioso dei suoi giocatori. Giovani. Eppure già così grandi in quel rettangolo verde. Quando c'è da lottare su ogni pallone, recuperare da un risultato negativo. Rialzarsi. Esattamente quello che è successo nella gara contro il Canadesi. I padroni di casa trovano il gol del vantaggio al 6' e per il Vescovio il match prende subito una strada difficile. Nell'intervallo, dopo alcune occasioni sciupate dai ragazzi dell'Atletico, il punteggio è di 1 a 0 per la formazione di casa. Massimi capisce il momento di difficoltà dei suoi, ma sa perfettamente che la partita non è finita e può succedere di tutto. “Si può ancora vincere”, pensa mentre rientra negli spogliatoi. Nella ripresa, di fatto, il Vescovio scende in campo più motivato. Sarebbe un'occasione troppo ghiotta per lasciarsela scappare. E così, come spesso succede nel calcio, la musica cambia. E' il pareggio di Silvestri a ridare morale agli ospiti. E dopo qualche minuto Torre trova il gol del raddoppio con un gran diagonale da fuori area dopo un'incursione sulla trequarti avversaria. “Adesso si!”. Adesso è soddisfatto Simone Massimi. Intorno al 30'st Vendola libera Silvestri che con uno splendido pallonetto supera il portiere avversario. Nel finale di gara c'è ancora tempo per la tripletta personale di Silvestri che cala il poker al Canadesi Sporting Club. Al triplice fischio dell'arbitro Chimieri esplode la festa del Vescovio. Massimi è euforico, corrono ad abbracciarlo i suoi ragazzi che non hanno mai mollato. Una trasferta incredibile.