Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Solito Atletico Vescovio: con il CreCas è festa del gol

L'undici di Giuseppe Centomani strapazza gli avversari al Sacerdoti con un Cori in gran spolvero



10a Giornata
6 - 3

MARCATORI Rossi 18' pt rig. (AV), Di Benedetto 21' pt rig. (CR), Di Castro 33' pt (AV), Conte 3' st (AV), Cori 13' st e 24' st (AV), De Piccoli 19' st (CR), Morgavi 32' st aut. (CR), Mari 40' st (AV)
ATLETICO VESCOVIO Capasso, Francioni, Di Castro, Patanè (8' st Cristofori), Morgavi, Conte, Palladino (12' st Peri), Formica, Rossi (25' st Facenna), Cori (32' st Mari), Paruta (40' st Gasparoni) PANCHINA De Simone, Sabbatini ALLENATORE Centomani
CRECAS C.D. PALOMBARA Alesiani, Di Pietro, Ferrante, Sercerchi (13' st Caselli), Di Benedetto, Bevilacqua (27' pt De Piccoli), Placidini, Lapka (30' st Migliosi), Valente, Ranucci (37' st Quaglini), Gentile (1' st Brandi) PANCHINA Vicolini, Luzzi ALLENATORE Cola
ARBITRO Colletta di Ostia
NOTE Ammoniti Alesiani, Caselli, De Piccoli Rec. 1' pt – 4' st.

Atletico VescovioSabato al Sacerdoti l'Atletico Vescovio si regala un altro pomeriggio “da Vescovio”. La squadra di Giuseppe Centomani, che gioca praticamente sotto età, contro il CreCas incassa 3 reti ma ne fa 6, portando a casa una vittoria per continuare a stazionare nelle zone medio – alte della classifica. I capitolini, trascinati da un super Cori, dimostrano ancora una volta di saperci fare in zona gol (miglior attacco del girone B). La fase difensiva lascia ancora a desiderare, tuttavia il tecnico ex Gdf a fine partita è soddisfatto: “Prendiamo gol commettendo ingenuità, dobbiamo migliorare. Ad ogni modo abbiamo giocato bene e sono contento”. La gara. Vescovio avanti dal dischetto con Rossi, raggiunto da un altro penalty di Di Benedetto. Il sorpasso lo sigla Di Castro a conclusione di uno schema studiato in allenamento, il tris è di Conte su assist di Palladino. La doppietta del trascinatore Cori chiude i giochi. Gli ospiti si rifanno sotto con De Piccoli e con l'autogol di Morgavi, il subentrato Mari scrive la parola fine al 40' del secondo tempo.