Notizie

Spaccio nella Tuscia, fermata figura chiave

Si tratterebbe di uno dei principali corrieri di cocaina tra le provincie di Rieti e Viterbo



Image titleQuello che si è registrato nelle ultime ore non è stato un semplice arresto, bensì una forte attestazione della presenza delle forze dell’ordine nel territorio dell’Alto Lazio. E’ stato infatti fermato dalla Compagnia dei Carabinieri di Ronciglione un cinquantatreenne romano per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, che come lavoro era impiegato nel ritiro di danaro dalle slot machine delle sale giochi della zona, in realtà utilizzava la propria occupazione come copertura. I militari l’hanno individuato come principale canale di passaggio della droga dalla provincia di Rieti a quella di Viterbo. Hanno proceduto quindi a bloccarlo, a bordo della propria vettura ed a perquisire la sua abitazione nella Capitale: qui i carabinieri hanno trovato circa trentacinque grammi di cocaina, con relativo bilancino, materiali di confezionamento ed addirittura singole dosi già pronte allo smercio. L’uomo è ora in stato di fermo presso la propria abitazione ed è a disposizione dell’Autorità giudiziaria.  Pur essendo ancora in corso ulteriori accertamenti, i carabinieri sono certi di aver arrestato una figura chiave nell’ambito del commercio illegale di droga nella Tuscia, il cui giro ammonterebbe grossomodo a circa tremila euro a settimana. Si spera inoltre che il pusher da qui in avanti si decida a collaborare con la giustizia e magari vuotare il sacco con la denuncia di nuovi personaggi implicati in questa oscura situazione.