Notizie

Sport, cultura e disabilità: premiati gli atleti del progetto Filippide

L’Assessore Pancalli: “Siete dei vincitori e sognatori che riescono ad andare oltre gli ostacoli”



Le ragazze del nuoto sincronizzatoSi è da poco conclusa all’interno della Sala della Protomoteca del Campidoglio la consegna dei premi agli atleti del Progetto Filippide, associazione si pone come scopo quello di dimostrare come lo sport possa diventare per soggetti affetti da disabilità mentale, una via di uscita e allo stesso tempo la porta di ingresso per entrare nella società. Sport che la stessa associazione valorizza portando i suoi interpreti ai massimi livelli nazionali. Ad aprire la serata, moderata da Nicola Pintus,  le parole del Presidente della Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale, Marco Borzacchini: “Rivedo in sala tanti ragazzi che incontro sui diversi campi di gioco e ne sono felice. Lo sport è la via più semplice per dei ragazzi con disabilità perché gli stessi riescano a dimostrare la loro forza di volontà. Se una volta si pensava che per un ragazzo affetto da autismo lo sport fosse una attività difficile da praticare ora è l’esatto opposto e l’augurio è che anche altri settori della vita civile seguano i ragazzi autistici”   

Sofia Malatesta“Avete innescato un circolo virtuoso – sottolinea nel suo intervento l’Assessore allo Sport Luca Pancalli – Questo è un autentico esempio di quello che mi piace pensare sia lo sport: riprendendo le parole di Federico Rocca, lo sport e il Progetto Filippide non sono un costo, ma un investimento sui nostri ragazzi. E’ importante – prosegue Pancalli – parlare e pensare a quel mondo dello sport di cui non si parla sui giornali, perché attraverso queste attività si riesce ad incidere sulla dimensione sociale della città e per questo oggi parliamo di una iniziativa vincente. Con lo sport si riesce a dare visibilità a chi era invisibile e voi siete dei vincitori e sognatori che riescono ad andare oltre gli ostacoli”. 

Camilla FerlitoAl termine della serata sono stati premiati gli atleti del Progetto Filippide che nel corso della stagione 2014 hanno ottenuto titoli italiani nell’ambito delle attività proposte dalla FISDIR: Camilla Ferlito per l’atletica leggera – capace di emozionare tutta la sala al momento della premiazione - Sofia Malatesta per il nuoto stile libero e farfalla e tutte le componenti della formazione di nuoto sincronizzato. Insieme a loro hanno ricevuto un riconoscimento anche i loro rispettivi tecnici: Donatella Picone e Lorenzo Iori, Davide Dominici, Alessia Lucchini, Sabrina Bernabei e Elisa Filardo. Una serata di quelle che fanno bene all’anima, che non si deve però risolvere in un unicum, ma che anzi lancia l’appello alle Istituzioni capitoline e non affinché trovino una soluzione per una associazione – quella del Progetto Filippide – al momento rimasta senza una sede.