Notizie

Sport, formazione e solidarietà insieme nel meeting annuale di Formalba

Forte e Fierravanti: “Orgogliosi di essere d’aiuto a questo bellissimo progetto!”



Image titleFormazione, Sport e Solidarietà si sono incontrate oggi a Valmontone, nella splendida cornice di Palazzo Doria Pamphilj, nell’ambito della tradizionale Cerimonia della Festa dei Diplomi che Formalba, l’Ente di Formazione Professionale presente nella Provincia di Roma, organizza ogni anno nell’ambito della consegna degli Attestati di Qualifica conseguiti dagli Allievi al termine del precedente Anno Formativo.

Parterre d’eccezione in questa edizione 2015, con la presenza del Sindaco di Valmontone, Alberto Latini che ha aperto i lavori salutando gli oltre 150 giovani, i loro Insegnanti e i famigliari che affollavano, per l’occasione, la “Sala dell’Aria” del maestoso edificio affrescato da Mattia Preti.

Presente il Consigliere della Città Metropolitana di Roma Capitale, Marco Silvestroni, il Direttore della Formazione Professionale, sempre di Roma capitale, Andrea Fusco, l’Amministratore Delegato di Formalba, Massimo Bareato, Maurizio Galanti del Centro per l’impiego di Colleferro e numerosi esponenti del mondo sportivo della Valle del Sacco, con in testa l’Allenatore della Forte Colleferro, Paolo Forte, l’ex CT della Nazionale Italiana di Wheelchair Hockey e della Rappresentativa Regionale di Calcio a cinque, Michele Fierravanti e lo Sci Club di Colleferro che, insieme alle Sedi Formalba di Colleferro e Valmontone ha sviluppato il Progetto “Compagni di Cordata” che, sulle nevi dell’Appennino, ha visto insieme giovani disabili e Allievi normodotati in un percorso di sport e vita in comune.

Ma la scena è stata decisamente rubata dalla presentazione del progetto “Noi come Voi” illustrato dall’Allievo disabile Daniele Tagliaferri. Daniele, costretto sulla sedia a rotelle dalla nascita, ha completato il percorso di studi all’interno della Sede Formalba di Valmontone ed oggi, inserito nei Percorsi Formativi Individualizzati, finanziati dalla Città metropolitana di Roma Capitale, svolge il proprio tirocinio formativo all’interno della struttura comunale che assiste anziani disabili non autosufficienti della cittadina laziale. Proprio nell’ambito di questo tirocinio è nata l’idea di condividere con gli Alunni delle Scuole del territorio le difficoltà che i loro coetanei disabili incontrano nella vita di tutti i giorni a causa delle numerose barriere architettoniche ancora presenti. Il progetto si articolerà sulla realizzazione di percorsi sensoriali dove, ad esempio, ragazzi normodotati dovranno sperimentare, a bordo di carrozzine, le difficoltà di chi deve superare veri e propri percorsi ad ostacoli con le ovvie difficoltà e frustrazioni del caso.

“Sono felice di essere stato chiamato a essere Testimonial di questo progetto – ha affermato Michele Fierravanti, sportivo disabile di livello internazionale – per la valenza che ha nei confronti dei giovani, cosiddetti “normali” che troppo spesso dimenticano che chi è su una sedia a rotelle è parte integrante della Società ed è in grado di offrire il proprio contributo di intelligenza e sensibilità a beneficio di tutta la comunità.”

In sala, insieme ai rappresentanti delle Scuole, del mondo dell’imprenditoria e della cultura, anche i responsabili di alcune Case famiglia che accolgono giovani minori stranieri non accompagnati e che da tempo si sono attivati insieme a Formalba per strutturare percorsi di accoglienza dove lo sport riveste un peso importante nell’ambito dell’inserimento sociale dei ragazzi a loro affidati.

Anche Paolo Forte, Tecnico di calcio a cinque e leader della Società di Colleferro che porta il suo nome, ha voluto essere presente oggi al meeting di Formalba. “Fare sport – ha detto Forte a margine dell’evento – non significa solo allenare il fisico, ma anche crescere in modo armonico dal punto di vista dello spirito e dell’attenzione all’altro. Per essere ottimi sportivi, bisogna essere, prima di tutto, ottime persone e le iniziative di Formalba nella direzione della integrazione e dell’inclusione, hanno ed avranno sempre l’appoggio e il sostegno mio personale e della Società che rappresento.

”Tutti gli interventi hanno ribadito la validità dell’opera svolta dall’Ente di Formazione di proprietà del Comune di Albano Laziale e la eccellente qualità del lavoro dei Docenti che, pur in situazioni irte di difficoltà e con tutte le problematiche legate alla crisi generale e alle difficili situazioni in cui versa l’azienda, non hanno mai abdicato al loro ruolo di educatori e di professionisti della formazione, garantendo presenza costante e puntuale, elevatissimi standard professionali e una costante attenzione all’allievo e al suo percorso di crescita umana e scolastica.

Le conclusioni dell’incontro sono state affidate, come sempre, all’oratoria di Marco Giustinelli, Direttore delle due Sedi Operative e Addetto Stampa, per il calcio a cinque, del Comitato regionale Lazio dal 2009 al 2013 che ha ribadito che “ lo sport è un veicolo eccezionale per unire culture, sensibilità ed attitudini diverse. Questo è valido nel campo della disabilità, ma lo è ancora di più nel percorso di integrazione tra giovani di diverse etnie e provenienze. Spesso una palla che rotola è più efficace di tante lezioni e tante parole spese dietro i banchi di scuola. E questo approccio è possibile solo perché le realtà del mondo sportivo del territorio, e in particolare la Forte Colleferro, nostro storico partner, e, da qualche tempo, anche lo Sci Club di Colleferro, hanno sposato e valorizzato iniziative e momenti di incontro tra due mondi purtroppo ancora troppo lontani e che, invece, possono rappresentare una straordinaria risorsa l’uno per l’altro.”

La manifestazione si è conclusa con le tradizionali foto ricordo e con una grad visita guidata all’interno del Palazzo che il sindaco Latini ha voluto offrire agli ospiti presenti