Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Sporting Città di Fiumicino, basta la rete di Ponzio! Il Fregene cade nuovamente

L'ex Ladispoli regala i primi tre punti a mister Scudieri, inutile l'assalto finale della formazione ospite



Uno scatto prima dell'inizio del matchSPORTING CITTÀ DI FIUMICINO - FREGENE 1-0  

MARCATORI
Ponzio 18'pt (S) 

SPORTING CITTÀ DI FIUMICINO Chessa 7, Di Menico 6.5 (8'st Zamagni 6) Pompei 6.5, Commentucci 6, Palermo 6.5, Paoliello 6.5, Della Vecchia 6, Bufalini 6, Ponzio 7 (16'st Di Fiandra 6), Di Meglio 6.5 (32'st Gentili 6), Mambrini 6.5 PANCHINA Giacchetti, Marzi, Cuomo, Marcangeli ALLENATORE Scudieri 

FREGENE Barracco 5, Zanetta 6, Tafi 6, Empoli 6, Piccheri 6, Perelli 6, Nanni 7, Di Ianne 5.5, Agostino 4.5, Molfesi 5.5 (21'st Fiorini 6), Giuffrida 6 PANCHINA Esposito, Fabbris, Giustini, Fatati, Sebastiani, Ceccarelli ALLENATORE Caputo 

ARBITRO Bonsoccorso di Roma 2, voto 6 

ASSISTENTI Pantano di Frosinone, Tempestilli di Roma 2 

NOTE Ammoniti Empoli, Pompei, Palermo. Angoli 4-6. Rec. 5'st.  

Saluta nel migliore dei modi, la squadra di Raffaele Scudieri, l'arrivo di Antonio Del Greco alla guida del club, avvenuto proprio questa settimana. Il team aeroportuale cancella il brutto esordio in campionato del Marescotti e batte il Fregene per 1-0.    

Primo tempo.
Si gioca molto sugli esterni nei primi minuti. Buono l'approccio delle squadre. Prima vera occasione all'8', quando Mambrini riesce nell'incursione in area palla al piede, ma un ottimo Perelli gli soffia la sfera un attimo prima della conclusione a rete e libera. Al 12' un insidioso traversone di Pompei pesca Di Meglio davanti lo specchio, ma l'elevazione non è il massimo e la palla scorre sul fondo. La rete locale è frutto di un pasticcio difensivo biancorosso. Al 18' una punizione lunga dall'out per i padroni di casa viene intercettata in presa alta da Barracco, il quale però non blocca la sfera che rimbalza davanti lo specchio prima di finire nel sacco con un tocco di Ponzio. L'errore in copertura spinge il Fregene a correre ai ripari, sacrificando tuttavia qualcosa in avanti proprio nella fase in cui è costretta a inseguire. In questa situazione, i calci piazzati sono ottime opportunità che gli ospiti capiscono di dover sfruttare al massimo. Al 30' una punizione dal limite termina sui piedi di Empoli, che prova a sorprendere Chessa, insuperabile in presa bassa. Un minuto dopo, ancora pericolo per Barracco, per via d'una azione manovrata che mette Della Vecchia in condizione di tirare sul primo palo: una lieve deviazione salva il portiere ospite dal raddoppio aeroportuale. Quello di Chessa non è però un pic-nic. Ottimo il diagonale di Nanni, spina nel fianco della difesa locale, al 38': il portiere di casa si tuffa e mette in corner. Grandissima punizione di Palermo dai trenta metri al 40': Barracco stavolta non sbaglia e neutralizza sotto la traversa. La frazione si chiude sulla conclusione mancina di Nanni, che costringe Chessa a una parata in due tempi, disturbata dall'intervento di Agostino, velleitario.  

Secondo tempo.  Due fiammate, una per parte, poi più nulla nei primi 10' della ripresa. Un nulla che Agostino potrebbe spazzare via, semplicemente calciando a rete la palla che gli arriva dall'out al 12', e che lo mette a tu per tu con Chessa, ma l'attaccante spreca mettendo inspiegabilmente sul fondo. Il Fregene continua a proporsi ma in maniera sterile, per via di un attacco non in perfetta forma. Più convincente la fase offensiva del Fiumicino, che però ritiene prioritario difendere l'inviolabilità della propria porta, e quindi il risultato. Bella conclusione di Nanni (ormai vero terminale d'attacco biancorosso e migliore tra i suoi), dal vertice al 31'; degna la respinta di Chessa. Il gran caldo fiacca il match che vive sempre più di spunti isolati. Come al 38', con la botta di Pompei da breve distanza, su cui Barracco si fa trovare pronto. Assalto del Fregene nel recupero. Al 43' bellissima la punizione di Nanni dal limite: Chessa mette in angolo con la punta delle dita. La difesa locale non sbaglia e il triplice fischio sancisce l'1-0 finale.