Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Sporting Hornets, parla Gasponi: "Ci prepariamo per la C2"

Dopo la promozione dalla serie D, il presidente giallonero guarda al futuro della sua squadra: "La rosa verrà confermata in blocco, quindi inseriremo qualche giovane"



La festa dello Sporting HornetsE’ stato un campionato interminabile ma alla fine la A.S.D. Sporting Hornets può gioire: C2 doveva essere e C2 è stata. Aggiudicandosi la Coppa Provincia di Rieti, la squadra guidata da mister Carello ha conquistato la promozione. Adesso in casa Hornets la dirigenza e l’allenatore sono già al lavoro per programmare la prossima stagione. Nel pensiero del Presidente, Alberto Gasponi, la voglia di ripartire proprio dal gruppo che ha conquistato la promozione, arricchendolo con qualche innesto interessante.


Cosa significa per la Sporting Hornets la promozione in C2?

“Era quello che volevamo e che cercavamo da tre anni. Un premio dopo tanto lavoro, dopo tanti sacrifici ed infortuni. Ad inizio stagione tutti ci vedevano come una squadra con una media età alta, ci davano per spacciati e invece… Credo che abbiamo raggiunto un buon risultato”.


Avete dimostrato di essere grandi in un girone, quello di Rieti, dove fin dalle prime partite c’è stato da subito un allungo in classifica da parte delle formazioni più competitive. Quella appena conclusa, che stagione è stata per voi?

“Il livello del girone di Rieti è cresciuto molto negli ultimi anni. In un campionato come questo o hai un rollino di marcia pulito oppure non ce la fai. Noi siamo entrati dalla porta di servizio, ottenendo il risultato che volevamo”.


Giocatori di esperienza uniti a qualche giovane. Sarà questo il leitmotiv anche per la prossima stagione? Avete le idee chiare su come procedere?

“La squadra verrà confermata in blocco, cosa fondamentale per lo spogliatoio. Prima di integrare un buon numero di nuovi giocatori è fondamentale che l’ossatura della squadra resti tale. Continueremo su questa squadra. Necessariamente dovremmo fare una serie di innesti, necessariamente giovani, anche per cercare di abbassare l’età media. Continueremo dunque su questa strada”.


Arriviamo al mercato: avete portato avanti delle trattative? A che punto siete?

“Inizieremo dalla settimana prossima a fare degli stage. Ci sono circa dieci giocatori interessanti che dovremo visionare, tra i quali scegliere un numero di elementi che sarà al mister e al direttore sportivo decidere”