Notizie
Categorie: Giovanili

Superga, il Ladispoli guadagna i primi 2 punti nel torneo battendo la Vigor Perconti

I tirrenici hanno la meglio sui padroni di casa ai calci di rigore chiudendo il match 7-6



Image titleMARCATORI Khesne 27'pt (L), Valentino 34'st (V), Soccorsi 39'st (L), Barbarisi 41'st (V)

VIGOR PERCONTI Francabandiera 6,5; Dafano 6; Fragni 6; De Battistis 7 (29'st Valentino 7); Morazio 6,5; Zappalà 6,5; Barbarisi 6,5; Sanesi 7 (35'st Brogna); Santoro 6 (17'st Zady 7); Coppola 6 (1'st Petrone 6); De Marco 7 PANCHINA Colantoni, Forte, Privitera ALLENATORE Cardone 

LADISPOLI Di Gravio 7,5; Di Paolo 6; Crovella7 (17'st Vespasiani 6); Indino 6,5; Spagnoletti 7; Veneziale 6,5; Battaiotto 6,5; Cesarini 7; Khesne 6,5 (30'st Palmigiani), Soccorsi 7; Spina 6(18'st Flores 6) PANCHINA Stricchiola, Ojeda, Bonfigli Crovella ALLENATORE Marinelli 

NOTE Ammoniti De Marco, De Battistis, Petrone, Spagnoletti, Crovella, Soccorsi


Il Ladispoli di mister Marinelli si aggiudica il secondo match del torneo Superga, battendo i padroni di casa della Vigor Perconti ai calci di rigore. Triplice fischio del direttore di gara che arriva sul due pari raggiunto su un finale di gara accesissimo, quando il match sembra cambiare volto. Non è stato un confronto emozionante, specialmente nella prima frazione di gioco. Le uniche emozioni dei primi 40' di gara ce le regala proprio il  Ladispoli. Disposti meglio in campo, i ragazzi di Marinelli sembrano più concreti degli avversari. Al di là di questo però, assistiamo a un pressing piuttosto sterile. Lanci lunghi, palle alte da parte di entrambe le compagini epoca concretezza in fase di finalizzazione. Primo tempo. Al 3' di gioco è la Vigor Perconti a sciupare la prima palla gol della gara a portiere battuto, col pallone che passa inoffensivo davanti la porta del Ladispoli. Al 6' rispondono gli ospiti con una punizioneda metà campo battuta da Cesarini a servire Crovella che però, perde palla. Ancora Ladispoli 2' più tardi che, dai piedi del solito Cesarini, fa partire una gran botta dal limite dell'area. Francabandiera para prontamente il primo vero pericolo del match. Si gioca di prima, in velocità e si fa fatica ad arrivare sotto rete palla al piede. All'11' la Vigor guadagna il primo corner della partita con Sanesi che batte corto per De Marco. L'attaccante di casa però non trova varchi aperti. Nulla di fatto. Al 16' ci prova la Vigor con Barbarisi, fra i più carichi nelle file dei padroni di casa. Nemmeno lui riesce ad andare al tiro, chiuso dal rientro velocissimo di Cesarini. Passano 10' prima di assistere ad un'altra azione offensiva. Stavolta è quella decisiva, quella che sblocca il risultato. Siamo al 27' e il Ladispoli guadagna un calcio di punizione dai 20 metri. Ottima posizione per Federico Soccorsi che, di prima, butta nella mischia all'interno dell'area. La palla viene respinta ma sulla traiettoria trova Khesne che non manca il colpo decisivo, insaccando la rete del vantaggio per il Ladispoli. Alla mezzora l'attaccante ospite cerca il raddoppio ma manca l'aggancio che avrebbe potuto valere la sua doppietta personale. La Vigor prova ad offendere negli ultimi 10' ma non è mai davvero pericolosa. La difesa del Ladispoli chiude bene a qualsiasi tentativo avversario. L'ultima palla gol prima del riposo è ancora del Ladispoli. Ancorapunizione dai 20 metri, stesso schema con Soccorsi sul pallone ma stavolta non c'è nessuno pronto a bissare l'azione del gol. Secondo tempo. Nella ripresa la Vigor sembra rientrare in campo conun altro piglio. Ingrana subito la quinta marcia la compagine di mister Cardone che prova a farsi pericolosa prima con De Marco e poi col solito Barbarisi. Entrambi, però, mancano l'ultimo passaggio. In compenso il Ladispoli torna a  battere un calcio di punizione da ottima posizione. Lo schema è sempre quello .Sul pallone Cesarini che costringe Francabandiera a respingere coi pugni. La Vigor inizia a pressare. Prima De Marco si inserisce in area scartando due avversari ma il suo tiro è debole. Quindi è il turno di Dafano ma il suo lancio lungo viene intercettato dagli avversari. La gara sembra scaldarsi. Al 9' angolo per i padroni di casa battuto corto in favore di Sanesi che prova ad andare al tiro: anche lui viene anticipato prontamente dai difensori tirrenici. Al 10' De Battistis, fra i migliori in campo per la Vigor, cerca il pareggio su calcio di punizione; ancora una volta Di Gravio blocca senza difficoltà. La Vigor sembra voler pareggiare a tutti i costi ma Barbarisi viene di nuovo fermato dall'attentissimo Di Gravio. Di Gravio che qualche minuto più tardi è costretto a chiudere non proprio perfettamente sul tiro di De Battistis. La Vigor alza il baricentro costringendo il Ladispoli nella propria metà campo. Ancora De Battistis su calcio da fermo e Di Gravio salva coi pugni. De Battistis, protagonista in questa fase del match, al 16' prova a servire Santoro ma Di Gravio è in gran forma. Al 26' la Vigor guadagna una punizione dal vertice dell'area. De Marco lancia sul secondo palo dove il neoentrato Zady costringe ancora una volta il numero uno del Ladispoli a un salvataggio magistrale. Al 34' arriva il pareggio per i padroni di casa. Calcio di punizione di De Marco e stavolta ci pensa Valentino a mettere dentro il tanto cercato uno pari. Gli ultimi 5' di gara ci regalano le emozioni  di un intero match. Al 36' Zady tenta il colpaccio per la Vigor ma Di Gravio continua a meritare elogi. Al 38' Flores per il Ladispoli tira una gran botta da fuori area, costringendo Francabandieraa parare in due tempi. Il Ladispoli non sembra disposto a perdere e al 39' si riporta in vantaggio con uno splendido diagonale di Soccorsi. La partita però non è finita. Al primo minuto di recupero la Vigor si riporta in parità. Punizione di Petrone in area a servire Zady, tocco all'indietro per Barbarisiche, finalmente, centra lo specchio della porta. Due pari. Questo il risultato dei tempi regolamentari. Si va ai calci di rigore. Al penalty numero 16 la parata di Di Gravio su Zappalà risulta quella decisiva, quella che consegna la vittoria al Ladispoli col finale di 7 a 6, portando i tirrenici a quota 2 punti con questa prima vittoria a punteggio ridotto perché decisa ai rigori, e la Vigor Perconti a quota 4, a pari punti con l'Urbetevere.