Notizie

Tanta Lazio, poco Lanciano: cinquina biancoceleste

L'undici di Inzaghi supera nettamente la Berretti del club rossonero. Ottime le prove di Folorunsho e Manoni



LAZIO – LANCIANO 5-1 

MARCATORI Manoni 1'pt (LA), Folorunsho 29'pt (LA), Verkaj 40'pt (LA), De Renzi 25'st rig (LN), Bezziccheri 28'st (LA), Pedrazzini 31'st (LA) 

LAZIO Lazzari 6, Manoni 7.5, Cinti 6, Cardoselli 6.5, Quaglia 5.5, Pedrazzini 6, Beqiri 6, Folorunsho 7.5, Bezziccheri 7, Verkaj 7, Nolano 5.5 (1'st Bernardi 6) PANCHINA Matosevic, Dovidio, Germoni, Mattia, Cardelli, Murgia, Calì, Rossi ALLENATORE Inzaghi 

LANCIANO Savioli 6.5, Poklacki, 6 Felici 5.5 (1'st Pezzella 6), Fusco 5.5 (5'st Priori 6), D'Ambrosio 5 (1'st Carbone 5.5), Patrizi 5, De Renzi 6, Baraldi 5.5, Tubani 6.5, M.Tortora 6, F.Tortora 5.5 (25'st Riitano 6) PANCHINA Peluso, Cantagallo, Fossaceca, Recupero, Paternoster ALLENATORE Chirico 

NOTE Espulso dalla panchina al 44'st D'Ambrosio (LN) Ammoniti Quaglia Angoli 5-1 Rec 0'pt - 3'st Fuorigioco 4-7


Esultanza laziale dopo l'1-0 (foto gazzettaregionale.it)Vittoria netta per la Lazio di Simone Inzaghi che guadagna quindi i 3 punti all'esordio del torneo. Contro un Lanciano “bis” (in campo la squadra Berretti del club abruzzesse) i vice campioni d'Italia si impongono con una cinquina, dettando i ritmi della gara favoriti da un maggior tasso tecnico e fisico. I ragazzi di Chirico ci hanno provato, soprattutto nell'ultimo quarto di gara, ma alla fine non sono andati oltre un calcio di rigore trasformato da De Renzi.  


La gara La Lazio passa subito in vantaggio: schema su punizione avviato da Cardoselli cross in area per l'intervento al volo di Manoni che beffa Savioli. I biancocelesti vanno vicinissimi al raddoppio al 7' quando su un cross dalla sinistra di Cinti, colpisce di testa verso il secondo palo Bezziccheri che centra il palo a portiere battuto. La formazione di Inzaghi prosegue poi il match controllandone l'andamento, mentre il Lanciano si mette in posizione d'attesa, provando a ripartire. Al 24' altra occasione per la Lazio, con la scucchiaiata di Verkaj per Bezzicheri il cui destro di prima intezione da posizione defilata sulla destra dentro l'area, finisce alto. Il raddoppio arriva al 29 quando addirittura su un lancio dalla retroguardia biancoceleste, Manoni scappa ed imbuca centralmente Folorunsho il quale, solo davanti al portiere non deve far altro che insaccare. Ottimo il movimento del centrocampista biancoceleste che sfugge davvero al centimetro dalla trappola del fuorigioco. Al 40' l'ex Tor Sapienza e Savio lancia dalla mediana e mette a tu per tu con Savioli il numero 10 Verkaj che realizza indisturbato il 3-0. La Lazio parte a spron battuto anche nella ripresa. Al 5' Manoni sfonda sulla destra, viene atterrato, ma il pallone è preda di Verkaj che allarga subito sulla sinistra per Folorunsho che in corsa spedisce di poco alto sopra la traversa. All'11 è il momento di Beqiri nel tentare la battuta a rete, il numero 7 calcia da circa 25 metri in posizione centrale verso il palo di sinistra, ma Savioli si distende e manda in angolo. Il match scende di tono ed il Lanciano ne approfitta per farsi vedere con maggiore pericolosità dalle parti della Lazio. Il momento giusto arriva al 25' quando Priori prova l'imbucata centrale trovando il braccio di Quaglia. Rigore e giallo contro la Lazio. Dal dischetto De Renzi non sbaglia anche se Lazzari intuisce. Passano però solamente 3 minuti e la Lazio allunga ancora. Lancio in verticale di Bernardi per Bezziccheri che appena entrato in area fulmina con un diagonale Savioli. Poco dopo, batti e ribatti in area Folorunsho (foto gazzettaregionale.it)rossonera con Manoni che prova il destro al volo, salva nei pressi della linea di porta Patrizi. Il gol del 5-1 arriva comunque al 31': punizione a tagliare il campo da sinistra verso destra di Verkaj, sul secondo palo interviene Pedrazzini che infila col piatto. Il Lanciano si riaffaccia un minuto dopo col destro a giro di Tubani dal limite che finisce di poco alto. Lo stesso numero 20 del Lanciano ci prova anche al 36' con un colpo di testa su azione d'angolo, palla fuori di poco. Prova l'eurogol Verkaj al 36' (destro al volo su cross arretrato di Manoni e palla fuori di nulla sul palo di sinistra), ed è poi invece il capitano di giornata biancoceleste ad inserirsi perfettamente sulla punizione di Cardoselli al 38', con un colpo di testa che Savioli manda in angolo inarcandosi in contro tempo al centro della porta. Finisce quindi con la cinquina della Lazio, che tornerà in campo giovedì contro i rumeni del Brasov.