Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Giovanili

TdR 2014: gli Allievi del Cr Lazio ancora sul tetto d'Italia

La rappresentativa di Corsaletti supera 5-1 la Sicilia e conquista per il secondo anno consecutivo lo scudetto



SICILIA - LAZIO 1-5

MARCATORI 9'04'' aut. P. Rubino (L) nel p.t.; 11'29'' Fabozzi (L), 15'44'' Di Lecce (L), 16'42'' Barletta (S), 18'36'' Frusteri (L), 19'47'' Raubo (L) nel s.t.

SICILIA Gamiddo, Bonanno, Furnò, Marletta, P. Rubino, Brasile, Falsone, Lancia, Lupo, G. Rubino, Vultaggio, Fiore Allenatore Cavarra
LAZIO Tarenzi, Fabozzi, Stoccada, Datti, Di Eugenio, Frusteri, Raubo, Di Lecce, Rossi, Avella, Conti, Valentini. Allenatore Corsaletti
ARBITRI Camplone di Pescara, Sallese di Vasto CRONO Colangelo di Pescara
NOTE Ammoniti Di Lecce

Capitan Fabozzi alza la coppaRepetita iuvant! La rappresentativa laziale di calcio a 5 degli Allievi bissa il successo dello scorso anno trionfa anche nella seconda edizione del Torneo delle Regioni di Calcio a 5, che si è disputato a Vasto. Un trionfo che, ancora una volta, dimostra come il movimento laziale del futsal sia all’avanguardia in ambito nazionale. Il successo è arrivato al termine di una vera e propria cavalcata che i ragazzi di mister Salvatore Corsaletti hanno condotto dall’inizio alla fine. Una supremazia ribadita anche in finale, dove i nostri ragazzi hanno travolto la Sicilia con un secco 5-1.
La gara. Nonostante i problemi di Raubo e Avella, relegati in panchina, il Lazio fa la sua partita che poco prima della metà del primo tempo si porta in vantaggio grazie ad una sfortunata autorete di Rubino. Il vantaggio permette al team di Corsaletti di difendersi, cosa che è riuscita al meglio in tutto il torneo. Nelle prime 3 gare, infatti, Tarenzi ha dovuto raccogliere una sola volta la sfera nella sua rete. Nella ripresa Corsaletti getta nella mischia anche Raubo, assente nella semifinale e in dubbio anche per la finale, e al 5’ risulta subito decisivo servendo l’assist del raddoppio a Fabozzi. Il 2-0 rimane invariato fino a 4’ dalla sirena, quando la Sicilia prova il tutto per tutto schierando il portiere di movimento, ma ad approfittarne è Di Lecce che insacca dalla distanza il 3-0 che, di fatto, chiude la gara. La Sicilia non molla ed è Marletta a riaccendere la speranza, prima che Frusteri e Raubo fissino il punteggio sul definitivo 5-1. La doppietta è servita!