Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Giovanili

TdR Giovanissimi: al Lazio non riesce l'impresa, la Sicilia si conferma campione

La formazione di Calabria si arrende in finale con un netto 9-1. I ragazzi di mister Corsino sono di nuovo sul tetto d'Italia



LAZIO SICILIA 1-9 (0-3 p.t.) 

MARCATORI 3'37'' p.t. Muratore (S), 8'33'' Cassarino (S), 12'12'' Licciardello (S), 2'06'' s.t. aut. Sciarra (L), 4'01'' Quagliarini (L), 4'15'' Muratore (S), 6'55'' Licciardello (S), 9'32'' Lo Cicero (S), 9'50'' Cassarino (S), 10'06'' Muratore (S)

LAZIO Martellucci, Ferretti, Filipponi, Quagliarini, Sciarra, Bellucci, Buonincontri, Calzetta, Palmegiani, Trincia, Zaccardi, Palange ALLENATORE Calabria

SICILIA Macaluso, Cassarino, Gianino, Lo Cicero, Muratore, Alaimo, Cani, Ferrante, Licciardello, Raciti, Tripolone, Minnalà ALLENATORE Corsino

ARBITRI Omar Sabbatini (Jesi), Gianluca Fattori (Jesi) CRONO Gianluca Mastri (Jesi)

NOTE Ammoniti Macaluso (S)


Le due squadre in campo (Foto © Cassella/Divisione Calcio a 5)Non riesce l'impresa ai ragazzi di David Calabria. La selezione laziale si arrende al cospetto della corazzata siciliana, che si riconferma campione d'Italia per il secondo anno consecutivo. Il 9-1 finale, punizione troppo severa per i biancocelesti, è lo specchio di una gara nella quale la rappresentativa del Lazio non è mai entrata in partita, al cospetto dei ragazzi di Corsino, che hanno capitalizzato ogni azione creata.


La gara
. Dopo 3' di studio, la Sicilia sblocca il match con Muratore, che scarica da fuori e batte Martellucci. Calabria è costretto a chiamare immediatamente time out e al rientro in campo Filipponi manca la grande chance per il pareggio. E' solo un lampo perché il Lazio commette troppi errori, mentre la Sicilia affonda con troppa libertà. Al 9' Cassarino sigla il raddoppio: regalo della difesa laziale e botta sotto la traversa. Al 12' Martellucci salva su Muratore, ma sugli viluppi del corner arriva il tris di Licciardello. Nella ripresa ci si aspetta la reazione laziale, ma dopo poco più di due minuti arriva la conclusione di Cassarino, deviata da Sciarra, che beffa Martellucci per il 4-0 Sicilia. Passano due minuti, Ferretti conquista una punizione dal lmite, che Quagliarini insacca per il gol che dà nuove speranze ai ragazzi di Calabria. Speranze spente Il capitano Dario Filipponi (Foto © Cassella)immediatamente dalla Sicilia, che in pochi secondi allunga nuovamente con Muratore, che sfrutta l'ennesimo errore di impostazione avversario. Il Lazio non reagisce e gli isolani affondano ancora con Licciardello, che finalizza al meglio una rapida ripartenza. Sotto 6-1, Quagliarini colpisce la base del palo, ma si tratta solo di uno scatto d'orgoglio, perché il Lazio subito dopo alza bandiera bianca. Tra il 9' e il 10' la Sicilia sferra, infatti, il colpo del ko: Lo Cicero, Cassarino e Muratore vanno tre volte a segno per il 9-1. A poco più di un minuto dalla fine, Calabria chiama il time out, ringrazia i suoi giocatori e li abbraccia uno per uno. Al rientro in campo si attende solo il triplice fischio finale, che arriva a sancire il trionfo della selezione siciliana, che sale per la seconda volta consecutiva sul tetto d'Italia con la selezione dei Giovanissimi.