Notizie

Temirkanov e la Filarmonica della Scala approdano a Santa Cecilia

L'Accademia lunedì sera ospiterà il direttore di San Pietroburgo, prevista anche l'esibizione dell'orchestra fondata da Claudio Abbado



Jurij TemirkanovE’ Jurij Temirkanov a salire sul podio di Santa Cecilia nell’omonima sala maggiore (la Santa Cecilia) dell’Auditorium, lunedì 9 marzo alle 20.30, e non come previsto Myung-Whun Chung. Al direttore coreano, impossibilitato per motivi di salute, subentra il direttore principale dell’orchestra di San Pietroburgo, accademico onorario di Santa Cecilia e di casa qui nella Capitale. L’altro avvicendamento, quello dell’orchestra, era invece programmato: la Sinfonica di Santa Cecilia ha fatto visita a Milano lo scorso febbraio, ora la Filarmonica della Scala – fondata da Claudio Abbado – si esibisce a Roma. In programma Rossini, Mendelssohn e Čajkovskij. Si comincia con la sinfonia de Il barbiere di Siviglia, poi quel manifesto in forma sonata dell’immagine del Bel Paese – come percepito dai viaggiatori ottocenteschi del grand tour – che è la Sinfonia Italiana di Mendelssohn. Infine la drammatica Quarta Sinfonia di Čajkovskij. Programma di assoluta presa per gli amanti della tradizione classica, direttore ormai leggendario per questo repertorio, orchestra dai nobili lombi in rara trasferta nella Capitale. Biglietti da 25 a 100 euro.