Notizie

Termini, 6 denunce e 75 arresti nelle ultime 24 ore

Questo il bilancio dei controlli Carabinieri nella stazione della Capitale



Foto © Comune di RomaProseguono i controlli dei Carabinieri in tutta la zona della Stazione Termini, finalizzati al contrasto delle varie forme di illegalità, abusivismo e di disturbo alle persone.

Nelle ultime 24 ore sono state 6 le persone arrestate dai militari, 4 nomadi per borseggio, 1 persona perché risultata destinataria di ordinanza di custodia cautelare in carcere e 1 straniero per aver violato il decreto di espulsione dal territorio dello Stato.

Settantacinque persone sono state invece denunciate a piede libero: 41 per inosservanza del foglio di via obbligatorio, 33 per molestie alle persone presso le biglietterie automatiche e un cittadino romeno che ha opposto resistenza, aggredendo due addetti della protezione aziendale di Rete Ferroviaria Italiana che gli avevano richiesto di allontanarsi dalla banchina ove era in arrivo un treno e ove egli pretendeva di esercitare abusivamente l’attività di facchinaggio.

Altre 6 persone che esercitavano l’attività di parcheggiatore abusivo all’esterno della Stazione Termini sono state contravvenzionate ed allontanate.

Anche in vista del Giubileo, saranno rafforzati i dispositivi di controllo dei Carabinieri del Nucleo Scalo Termini che quotidianamente presidiano l’area della Stazione Termini, principale varco di accesso alla Capitale per migliaia di turisti italiani e stranieri.

Dall’inizio dell’anno, nella zona della Stazione Termini, i Carabinieri hanno:

- arrestato 385 persone in flagranza di reato (prevalentemente per furto e spaccio di sostanze stupefacenti); 

- denunciato a piede libero 3.112 persone, molti dei quali nomadi destinatari di foglio di via obbligatorio che in violazione delle prescrizioni, permangono all’interno della stazione molestando i passeggeri nei pressi delle biglietterie automatiche e/o svolgendo attività di accattonaggio e reati contro il patrimonio;

 - identificato oltre 7.000 persone ritenute sospette.